Messaggi del 2

Commento di Padre Livio al Messaggio a Marija del 25 agosto 2019

“Cari figli, pregate,  lavorate  e  testimoniate  con  amore il Regno dei Cieli affinché possiate stare bene qui sulla terra. Figlioli, Dio benedirà il centuplo il vostro sforzo e sarete testimoni tra i popoli, le anime dei non credenti sentiranno la grazia della conversione ed il Cielo sarà grato per le vostre fatiche ed i vostri sacrifici. Figlioli, testimoniate con il rosario nella mano che siete miei e decidetevi per la santità.  Grazie per aver risposto alla mia chiamata“.

Commento di Padre Livio di Radio Maria al messaggio del 25 agosto

A mio parere questo messaggio va collocato alla luce del precedente messaggio del 25 luglio, quando la Madonna ci ha detto: “figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti e il peccato regnerà”. 

La Madonna però poi ha aggiunto: “se siete miei”, se vi siete fortificati nella fede e nella preghiera, “se siete uniti a mio Figlio Gesù per mezzo di Me, sarete forti e insieme trionferemo”, insieme al suo Cuore Immacolato. 

In questo messaggio la Madonna fa un po’ come San Paolo quando scriveva alle comunità che aspettavano la venuta del Signore e alcune di queste comunità prendevano spunto da questa attesa per non fare niente, rimanevano nella curiosità. E così succede anche oggi e la Madonna ci dice “non state lì a giocherellare, facendo ricerche su internet su cosa accadrà”, ma “pregate, lavorate e testimoniate”, perché quello che accadrà dipende molto anche da quello che facciamo noi, perché noi, insieme a Dio, siamo in quell’intreccio della storia che vede da una parte la potenza d’amore di Dio e la libertà dell’uomo, ma anche l’azione del maligno.  E la Madonna ci dice: “nel presente preparate il futuro” e lo dice con tre imperativi bellissimi: “pregate, lavorate e testimoniate con amore il Regno dei Cieli affinché possiate star bene qui sulla terra”.

È la militanza cristiana, è l’essere apostoli del suo amore

Siamo entrati nel tempo del grande combattimento spirituale, il tempo della grande impostura religiosa, è il tempo dell’anticristo. 

L’anticristo è il diavolo con i suoi due aiutanti: la bestia che è simile a una pantera che è il potere mondano e la bestia che è simile a una pecora, che è la falsa salvezza, la falsa ideologia che sostituisce la Fede.

In un messaggio la Madonna ha detto: “è stato costruito un mondo nuovo senza Dio, per questo mondo non c’è futuro”, ed ha anche detto: “Queste sono le mie ultime apparizioni sulla terra”, è la sua ultima battaglia. 

Perché poi, quando ci sarà lo scatenamento finale, verrà Cristo nella gloria.

Bisogna operare con la preghiera, con l’impegno, con la fatica, con il sacrificio, con la testimonianza per diffondere il Regno di Dio. 

La preghiera è la più grande attività che possiamo fare, chi prega come Mosè durante la battaglia fa più di Giosuè che nella pianura sfoderava la spada e combatteva contro i nemici. 

Pregando noi siamo la punta di diamante dell’esercito di Maria e i malati sono i carri armati della Regina della Pace con la loro preghiera. Poi lavorare in tutti i modi che sono alla nostra portata e testimoniare con amore. La testimonianza non è mai aggressiva, è un atto d’amore per Gesù, per diffondere il suo Amore.

Questo è l’atteggiamento giusto di fronte al futuro che ci aspetta, arriveranno le prove e “poi arriverà quel tempo in cui starete bene qui sulla Terra”, ma in un certo senso chi è con Dio sta bene già ora.

Dio benedirà il centuplo il vostro sforzo e sarete testimoni tra i popoli”.  La Madonna guarda quello che noi possiamo fare per gli altri e ci dice: “se sarete     fedeli, quello che fate, Dio lo moltiplicherà, voi sarete la luce tra i popoli in un momento in cui il mondo è avvolto dalle tenebre, voi indicherete la strada! Voi susciterete speranza”. 

L’amore muove tutto, è l’amore per le anime che muove l’apostolato.

E qui la Madonna dice una frase bellissima: “le anime dei non credenti sentiranno la grazia della conversione”. 

Dio dà a tutti la Grazia della Conversione, non si converte nessuno senza la grazia di Dio, ma spesso i non credenti hanno bisogno della nostra testimonianza, hanno bisogno che noi mostriamo Cristo e che noi mostriamo le opere dell’amore. 

Molte volte gli occhi si aprono e i cuori si commuovono, se vedono che noi amiamo Gesù, che siamo entusiasti di Gesù, che siamo felici con Gesù, che per Gesù tendiamo la mano, per Gesù condividiamo, 

ed il Cielo sarà grato per le vostre fatiche ed i vostri sacrifici”. 

Un giorno lasceremo questa terra e chi di noi non desidererebbe andare subito in Paradiso e sentire l’abbraccio di Gesù nel momento in cui lasciamo questa terra?  E noi diremo: “grazie Gesù per quello che hai fatto per noi, ti sei fatto uomo, ti sei umiliato, hai sofferto non soltanto nel tempo della vita terrena, ma per tutto il tempo della storia ti hanno calunniato, insultato, crocifisso all’infinito”. 

E voi sentirete: “no, no, grazie a voi, grazie a voi per le vostre fatiche, per i vostri sacrifici”. 

Ma ci pensate cari amici: Gesù, la Santissima Trinità, la Madonna, tutti gli Angeli e i Santi quando entrerete in Cielo, ci sarà un’ovazione, un battito di mani, tutti in piedi, per dire “ecco arrivano gli apostoli di Maria, arrivano quelli che hanno pregato, lavorato, si sono sforzati, hanno faticato e si sono sacrificati”. Questo è ciò che ci attende se oggi noi non avremo paura, se avremo affrontato le fatiche quotidiane e i sacrifici per aiutare la Madonna, come in parte stiamo già facendo, ma possiamo fare di più e sono troppi quelli che stanno ai margine a guardare e poi cosa raccoglieranno? 

Poi la Madonna dice una frase che deve farci meditare: “Figlioli, testimoniate con il rosario nella mano che siete miei”. 

Lasciamo perdere la politica che è un’altra cosa. Noi cristiani non dobbiamo aver paura di esibire i segni religiosi. La Madonna vuole che nelle nostre case ci sia il Crocifisso, vuole che portiamo al collo la Croce, non per esibizione, ma per testimonianza d’amore, non vuole che nascondiamo la nostra identità

La Madonna vuole che portiamo il rosario in tasca e che la tiriamo fuori anche per dire il rosario quando siamo sul bus, sulla metropolitana, in fila al mercato. 

Perché dobbiamo avere vergogna? 

La Madonna vuole che mostriamo al mondo umilmente con una Croce, con un rosario che siamo i suoi

In un messaggio ha detto: “affinché satana sappia che voi siete miei e non suoi”, 

e decidetevi per la santità”. Perché, se manca la fede autentica, la convinzione, se manca il desiderio di essere santi i segni non parlano. 

Perché la gente, se hai il rosario in mano, guarda la faccia che hai!

Grazie per aver risposto alla mia chiamata“, ma noi rispondiamo veramente a questa chiamata bellissima, a questi messaggi meravigliosi?

La presenza di Maria è per aiutare la Chiesa in questo tempo di Via Crucis.

 “ Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

(Visitata 13 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *