Messaggi del 25

Commento di Padre Livio al Messaggio a Marija del 25 ottobre 2019

“Cari figli, oggi vi invito alla preghiera.  La preghiera sia il balsamo per la vostra anima perché il frutto della preghiera è la gioia, il dare, il testimoniare Dio agli altri attraverso le vostre vite.  Figlioli, se vi abbandonate completamente a Dio, Lui si occuperà di tutto,  vi benedirà e i vostri sacrifici avranno senso.  Io sono con voi e vi benedico tutti con la mia benedizione materna.  Grazie per aver risposto alla mia chiamata“.

Commento di Padre Livio al messaggio a Marija del 25 ottobre 2019

Come vedete, c’è una differenza fra i messaggi che la Madonna dà alla veggente Marija e quelli dati a Mirjana. 

I messaggi dati a Marija sono rivolti alla Parrocchia di Medjugorje e a quella parrocchia ideale formata da tutti coloro che hanno risposto alla chiamata.

Sono messaggi molte volte forti e, sebbene siano più brevi dei messaggi dati a Mirjana, non debbono essere sottovalutati, perché sono come lo sguardo della Madonna su ciò che Satana opera nella Chiesa e nell’umanità intera, con il suo tentativo di distruggere la Croce, di distruggere la Chiesa, di creare un mondo senza Dio e nello stesso tempo ciò che Lei sta preparando attraverso il trionfo del suo Cuore Immacolato! 

Nei messaggi del 2 del mese, invece, la Madonna vuole coltivare la vita spirituale di noi cristiani, portandoci al cuore stesso del Cristianesimo che è Gesù Cristo, la sua presenza nell’Eucaristia, ampliando la chiamata ai lontani.

Questi messaggi si completano e diventano una ricchezza straordinaria. 

Cari figli, oggi vi invito alla preghiera”. 

La Madonna ci invita alla preghiera, perché la preghiera è l’arma della vittoria.

La Madonna appare ogni giorno prima di tutto per pregare con noi e per noi, perché la forza della preghiera ci dà la potenza di Dio per sconfiggere l’impero delle tenebre, le tentazioni, le seduzioni, le persecuzioni. 

La Madonna vuole che la preghiera sia sempre più forte, più intima, addirittura che sia continua; ci invita a pregare giorno e notte, ci indica anche i modi della preghiera: la preghiera personale, il Rosario e attraverso i misteri del Rosario rileggere la nostra vita, l’Eucarestia, la Santa Messa quotidiana, l’Adorazione Eucaristica. Attraverso la preghiera Dio entra in noi e noi diventiamo fortezze indistruttibili! 

La Chiesa è indistruttibile, perché Cristo è vivo in noi. 

La preghiera sia il balsamo per la vostra anima”. 

Quando abbiamo dei dispiaceri, delle ferite interiori, delle paure, delle angosce che ci attanagliano, la preghiera di affidamento è un olio sulle ferite, è un balsamo che le rende meno violente, meno insopportabili, è la medicina più efficace, sia per l’anima che per il corpo. 

La Madonna usa la parola “anima”,perchéviviamo in un mondo materialistico e c’è il tentativo di Satana di costruire una falsa religione con un Dio che si identifica con la terra, con una visione dell’uomo che viene dalla terra e quindi che non ha un’anima spirituale e immortale.

La morte è il distacco dell’anima dal corpo; nel medesimo istante in cui l’anima lascia il corpo è nel giudizio di Dio, eternamente destinata al Paradiso o all’inferno e per l’anima non del tutto purificata c’è il Purgatorio,

perché il frutto della preghiera è la gioia, il dare, il testimoniare Dio agli altri attraverso le vostre vite”.

Se la preghiera diventa sempre più intimità con Dio, anche nel dolore genera la gioia, genera la pace

Quale gioia? La gioia di essere amati, la gioia di essere amici di Dio. Dio ci vuole bene, ci abbraccia, ci stringe al suo Cuore, malgrado le nostre piccolezze, le nostre debolezze, le nostre miserie, anche con i nostri peccati, purché ce ne pentiamo.

E nella preghiera Dio ci dona lo sguardo della compassione sugli altri, anche su quelli che ci vogliono male, anche su quelli che la pensano diversamente, che hanno una fede diversa, è la gioia del dare.

E poi la gioia di “testimoniare Dio agli altri attraverso le vostre vite”. 

Siamo nel mondo in cui satana ha rubato la fede alla gente, c’è un ateismo diffuso camuffato da religione, una religione senza fede, qualunquistica, una religione, “fai da te”, modellata sui nostri vizi.

Per la Madonna è importante che ci siano degli apostoli del suo amore, che testimonino Gesù, il suo amore, la sua Resurrezione, la speranza che Lui dà per la vita eterna. 

Tutti noi possiamo essere apostoli del suo amore, apostoli dell’amore di Maria. Accogliamo questo invito alla preghiera, perché senza preghiera il nostro fare diventa fine a se stesso, una forma di compiacimento di se stessi, senza preghiera il fare non è più un dare, con la preghiera il fare è un dare, è un testimoniare.

Figlioli, se vi abbandonate completamente a Dio, Lui si occuperà di tutto, vi benedirà e i vostri sacrifici avranno senso”. 

Siamo tribolati nella vita di oggi. Quanti problemi personali abbiamo! 

Quanto è difficile vivere, perché il male imperversa ed è entrato anche dove non poteva entrare, è entrato nel cuore di tanti credenti. E molte volte uno dice: cosa possiamo fare? A chi dobbiamo rivolgerci? 

Noi dobbiamo molto semplicemente tener viva la fede, aprirci all’amore di Dio e affidarci completamente a Lui: “Signore io credo in Te, ti voglio bene, voglio lavorare per Te, voglio testimoniarTi, voglio essere tuo, voglio che Tu possa servirti di me per aiutare gli altri a salvarsi, fai di me quello che vuoi, non ho altri obiettivi nella vita che amarTi e servirTi”. Questo vuole la Madonna dagli apostoli del suo amore.

Non dobbiamo scoraggiarci, facciamo la nostra parte, restiamo saldi nella fede e poi affidiamoci a Dio, perché la Madonna dice: “Lui si occuperà di tutto”, di tutto quello che noi non possiamo fare, “vi benedirà”,farà fruttificare il nostro lavoro, i nostri impegni quotidiani “e i vostri sacrifici avranno senso”, avranno valore, perché Dio li usa per le sue vittorie. 

Impariamo a memoria questo passaggio del messaggio, ricordiamolo nella preghiera: “Figlioli, se vi abbandonate completamente a Dio, Lui si occuperà di tutto, vi benedirà e i vostri sacrifici avranno senso”.

Poi la Madonna termina con un’espressione da non dare mai per scontata: “Io sono con voi”. Non siamo soli in questo passaggio storico in cui satana è sciolto dalle catene, in cui l’umanità sta mettendo se stessa al posto di Dio. Non scoraggiamoci, perché la Madonna è qui con noi per aiutarci, per proteggerci, per confortarci e per vincere: “Io sono con voi e vi benedico tutti con la mia benedizione materna”. 

Dobbiamo rinnovare questa fede, questa fiducia, questo abbandono, non bisogna cedere allo scoraggiamento, perché arriverà il momento in cui la torre di Babele che gli uomini stanno costruendo crollerà. 

Grazie per aver risposto alla mia chiamata“. Cerchiamo di meritarcelo questo grazie e continuiamo con coraggio a servire Dio.  

“ Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

(Visitata 24 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *