Angolo teologico

Angolo teologico (1)

Messaggi del 25 gennaio e 2 febbraio 2015

Messaggio a Marija del 25 gennaio 2015
Cari figli, anche oggi vi invito: vivete nella preghiera la vostra vocazione.Adesso, come mai prima, Satana desidera soffocare con il suo vento contagioso dell’odio e dell’inquietudine l’uomo e la sua anima. In tanti cuori non c’è gioia, perché non c’è Dio né la preghiera. L’odio e la guerra crescono di giorno in giorno. Vi invito, figlioli, iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore, perché io sono venuta in mezzo a voi per questo. Siamo insieme amore e perdono per tutti coloro che sanno e vogliono amare soltanto con l’amore umano e non con quell’immenso amore di Dio al quale Dio vi invita. Figlioli, la speranza in un domani migliore sia sempre nel vostro cuore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Commento teologico di Don Renzo Lavatori

Il messaggio contiene alcuni aspetti fondamentali dell’essere cristiano: anzitutto vi è il fatto della “vocazione”, che costituisce l’elemento originario in quanto essa segna la chiamata di Dio Padre ad essere suoi figli nel Figlio suo Gesù e ciò è avvenuto concretamente il giorno del nostro battesimo. Questo aspetto non dobbiamo mai perderlo di vista, per riscoprire ogni giorno che se siamo cristiani lo dobbiamo all’iniziativa gratuita e generosa di Dio che ci ha voluto inserire nella grande sua famiglia dei figli di Dio. Una cosa meravigliosa che dovrebbe riempire il nostro cuore di gioia e di commozione. Ma ciò è possibile se viene alimentato dalla “preghiera”, che è il secondo aspetto essenziale. Se non ci esercitiamo quotidianamente nella preghiera, quale incontro filiale con Dio nostro Padre, noi perdiamo il senso della nostra vocazione cristiana e cadiamo di nuovo nella schiavitù del servo perdendo la bellezza e la ricchezza del figlio. Ciò causa una situazione di profonda sofferenza e “inquietudine interiore”, causando a suo volta “l’odio e la guerra”. E’ quello che costatiamo “giorno dopo giorno”. Come facciamo a superare un tale disastro sotto tutti i punti di vista? Ci sono due mezzi fondamentali: la consapevolezza che è all’opera il Principe di questo mondo,” il diavolo”, che vuole dominare su tutta la faccia della terra e allontanare le creature umane dal Creatore; occorre pertanto un atteggiamento di “lotta spirituale” che consiste nella vigilanza, nel digiuno e nella fedeltà alla Parola del Signore. Ciò si ottiene, oltre che con la preghiera assidua, con la frequenza ai sacramenti e e con l’esercizio delle virtù teologali della fede, “speranza e carità”. Quest’ultima indica l’amore che scaturisce non dalle forze umane e dai soli sentimenti umani, ma dalla sorgente cristallina dell”Amore divino, cioè dallo Spirito Santo.In poche parole è racchiusa una meravigliosa sintesi dell’essere e del vivere da veri cristiani. Solo in questo modo potremo essere testimoni e diffusori “di amore e di perdono” tra i nostri fratelli nella fede e nei luoghi dove viviamo ogni giorno. Solo chi porta dentro di sé l’amore, la gioia e la speranza, che il Padre celeste riversa abbondantemente in noi, diventa un faro di luce e di fiducia sulla faccia della terra, contrastando così l’opera malvagia di Satana che fa esattamente il contrario

Messaggio a Mirjana del 2 febbraio 2015 
“Cari figli, eccomi sono qui in mezzo a voi. Vi guardo, vi sorrido e vi amo come solo una madre può fare. Attraverso lo Spirito Santo che viene per mezzo della mia purezza, vedo i vostri cuori e li offro a mio Figlio. Già da tanto tempo vi chiedo di essere miei apostoli, di pregare per coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio. Chiedo la preghiera fatta con l’amore, la preghiera che fa opere e sacrifici. Non perdete tempo a capire se siete degni di essere miei apostoli. Il Padre Celeste giudicherà tutti, ma voi amateLo ed ascoltateLo. So che tutte queste cose vi confondono, anche la mia venuta in mezzo a voi, ma accettatela con gioia e pregate per comprendere che siete degni di operare per il Cielo. Il mio amore è su di voi. Pregate affinché il mio amore vinca in ogni cuore, perché questo amore che perdona si dona e non cessa mai. Vi ringrazio.

Commento teologico di Don Renzo Lavatori

Ci viene ricordato in modo meravigliosamente toccante l’amore materno di Maria. Si rimane interiormente meravigliati e gioiosi nel sentirci ripetere che Maria ci ama con la tenerezza e la cura di una grande Madre. Il suo scopo è quello di “portarci a suo Figlio”, che è il vero Redentore e Salvatore. Ella si fa strumento per unire i due suoi figli, la creatura umana e Gesù, in un solo abbraccio di comunione. Interessante è il fatto che Ella ci ama non in senso generico e superficiale, ma conoscendo uno ad uno i suoi figli, “guardandoli con lo sguardo” attento e premuroso, in forza “dello Spirito Santo” che la illumina e muove il suo cuore. Come sappiamo, Maria è la sposa castissima dello Spirito Santo ed è da Lui amata e ammirata, In tale simbiosi i due agenti, Maria e lo Spirito Santo, si accordano per soccorrere ogni singolo figlio nella sua particolare realtà personale, familiare e sociale. Come non sentirsi protetti e avvolti da tanto squisito amore? Per questa ragione dobbiamo essere portatori di questo amore tra gli uomini del nostro tempo così bisognosi di essere amati, accolti, perdonati, abbracciati. In particolare vanno accostati coloro che “non hanno conosciuto tale amore puro e generoso” e che solo li può consolare e salvare. Il “Padre” giudicherà proprio sull’amore che avremo saputo diffondere. Si rimane abbagliati dalla luce trinitaria con cui è vista la figura materna di Maria. è la Madre amabile del Figlio Gesù, la Figlia docile del Padre celeste, la Sposa castissima dello Spirito Santo. E pertanto nostra dolcissima Madre!

don Renzo Lavatori

Don RENZO LAVATORI, laureato in teologia e filosofia, membro della Pontificia Accademia di Teologia, docente di Teologia Dogmatica presso la Pontificia Università Urbaniana e altre Università ecclesiastiche di Roma. Conosciuto per numerose pubblicazioni sui temi fondamentali della fede e per le sue trasmissioni mensili a Radio Maria. Tra le sue opere in particolare: Gli angeli. Storia e pensiero, Marietti, Genova 1991; Milano 2000.2003; Satana un caso serio. Saggio di demonologia cristiana, EDB, Bologna 1996; Gli Angeli, Newton-Compton, Roma 1996; Il diavolo tra fede e ragione, EDB, Bologna 2001; Antologia diabolica, UTET, Torino, 2008.

Don Renzo Lavatori ha recentemente pubblicato un altro volume sull’angelologia: L’ angelo, un fascio di luce sul mondo, La Fontana di Siloe, Torino, 2014

Notizie più dettagliate sul Sito Ufficiale di Don Renzo Lavatori(cliccare sul link)


Scarica PDF

(Visitata 3 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *