Messaggi del 25

La veggente Marija Pavlovic Lunetti in diretta con P. Livio a Radio Maria per il messaggio del 25 giugno 2019

“Cari figli! Ringrazio Dio per ciascuno di voi. In modo particolare, figlioli, grazie per aver risposto alla mia chiamata. Io vi preparo per i tempi nuovi affinché siate saldi nella fede e perseveranti nella preghiera, affinché lo Spirito Santo operi attraverso di voi e rinnovi la faccia della terra. Prego con voi per la pace, il dono più prezioso, anche se satana vuole la guerra e l’odio. Voi, figlioli, siate le mie mani tese e camminate fieri con Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Marija: La Madonna era seria e felice. Io sono appena scappata dalla chiesa perché laggiù c’è ancora la festa con 277 sacerdoti sull’altare e tantissimi altri intorno alla chiesa che stanno confessando ancora. Stanotte ci sarà l’adorazione continua, come anche la notte scorsa, come ringraziamento a Dio per la presenza della Madonna in mezzo a noi.

P. Livio: Nel messaggio, la Madonna sembra soddisfatta per le tante persone che hanno risposto alla sua chiamata.

Marija: Sì. Per la verità sono arrivata al telefono in questo momento e il messaggio in italiano l’ho letto per la prima volta adesso con voi, perché, come sapete, il messaggio lo ricevo sempre in croato. La Madonna era seria, ma insieme felice nel vederci così in grande numero a Medjugorje che abbiamo risposto alla sua chiamata e anche felice perché in questi giorni c’era qui tanta preghiera: con la novena, di chi saliva sulla Collina delle apparizioni, sulla Collina della Croce, in chiesa, intorno alla chiesa, con le confessioni… Medjugorje era degna di accogliere la Madonna e il suo messaggio nel giorno del 38° anniversario.

P. Livio: La Madonna guarda avanti e ha questa bellissima espressione: “Io vi preparo per i tempi nuovi”. Cosa sono questi tempi nuovi?

Marija: La Madonna ci prepara per il trionfo del suo Cuore Immacolato. Io penso che la Madonna con la sua presenza ci sta preparando ad essere, come sempre Lei dice, ad essere saldi nella fede. La sua venuta in mezzo a noi è un soffio dello Spirito Santo, non soltanto per la parrocchia di Medjugorje, ma per tutto il mondo. Quante sono le vocazioni nate qui e che in questi giorni sono arrivate per l’anniversario! La settimana prossima, dal 6 all’11 luglio ci sarà il ritiro internazionale dei sacerdoti. Così Medjugorje è nel pieno del fervore e della gioia di camminare con la Madonna.

P. Livio: La Madonna nei suoi messaggi di questi ultimi anni continua a ripetere che è importante essere saldi nella fede. Forse perchè oggi ci sono molti sbandamenti, molti perdono la fede. Anche noi dobbiamo essere molto forti e andare contro corrente.

Marija: Io credo che tante volte incorriamo nel pericolo di ragionare, dimenticando il cuore, che è l’essenza di Medjugorje. Anche stasera nella chiesa cantavamo tutti lodando Dio e la Madonna. Io ero in mezzo ai pellegrini e ai parrocchiani e sentivo questa grande fede e grande amore che c’è verso la Madonna. Tanti sono arrivati ieri e oggi camminando per 70 chilometri e anche di più, molti con i piedi nudi e pregando. Come ieri, 24 giugno 1981, nella festa della natività di S. Giovanni Battista, la Madonna ha cominciato ad apparire, ma poi ha detto di festeggiare l’anniversario il 25 perché noi veggenti il 24 non ci siamo avvicinati a Lei. Così già ieri eravamo in grande festa e alla mattina c’è stata la camminata dal convento dei frati a Humac fino a Medjugorje, iniziato durante la guerra nell’ex Jugoslavia su iniziativa di un pellegrino tedesco per pregare per la pace nei Balcani, ma anche per la pace in tutto il mondo. E’ diventato una tradizione. La processione non finiva mai, portando la Croce e pregando tanti Rosari. Hanno partecipato da tante nazioni, dalla Cina, all’America, Argentina, ecc. Questo è bellissimo a Medjugorje perché si sente che la Chiesa non è povera e nascosta, ma è forte. Il comunismo aveva cercato di distruggere la fede, ora la Madonna ci chiama ad essere portatori di pace e di pregare per la pace. Stasera la Madonna ci ha anche ringraziato due volte: “Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

P. Livio: Tu, Marja, il 26/6/1981 hai avuo il messaggio della pace. Però va forse inteso che la pace deve essere fatta prima di tutto dagli uomini con Dio. Come ha detto la Madonna in un messaggio del 2017 sul modernismo, satana vuole aizzare tutta l’umanità contro Dio, vuole che si ribelli a Dio. La Madonna, parlando di pace, intende innanzitutto questa riconciliazione dell’umanità con Gesù Cristo, con Dio; quindi il pentimento dei peccati, accettare Dio nella propria vita. Se manca questo, la pace fra gli uomini non è possibile. 

Marija: Esattamente. La Madonna ci dice che satana ci usa se noi ci lasciamo guidare da lui, dal modernismo, dal consumismo, dall’egoismo, dal comunismo, da tutte queste ideologie. Oggi c’è anche l’ideologia del gender, Tutte ideologie che cercano di distruggere Dio e i suoi Comandamenti. Per questo la Madonna ci chiama ad essere saldi nella fede e perseveranti nella preghiera.

P. Livio: La preghiera è il tema sempre presente in ogni messaggio. Questa è la cosa più importante. Dobbiamo capire che abbiamo bisogno di pregare tutti i giorni, dando alla preghiera il tempo necessario ogni giorno, perchè solo nella preghiera incontriamo Dio. Se non preghiamo col cuore perdiamo la fede.

Marija: Sì. Io penso che non è più il tempo di parlare, ma è il tempo di agire e di agire con la preghiera. Infatti qui noi a Medjugorje abbiamo intensificato la preghiera. Stanotte ho dormito tre ore e mezza, perché siamo andati all’adorazione e stamattina siamo andati sulla Collina. Sì, il corpo sente la stanchezza, ma quanta gioia! Non so se sentite anche voi che abbiamo la gioia nel cuore, frutto della preghiera. La Madonna dice: “Siate saldi nella fede e perseveranti nella preghiera affinché lo Spirito Santo operi attraverso di voi e rinnovi la faccia della terra”. La Madonna con la sua presenza ci invita: “Pregate, pregate, pregate!”. Noi qui abbiamo imparato fin dall’inizio tante preghiere, specie la preghiera allo Spirito Santo. Come possiamo consacrarci, capire lo Spirito Santo e la sua potenza se non preghiamo? Per questo la Madonna ci ripete: “Pregate finché la vostra vita diventi preghiera”. Io non dico che non dobbiamo fare altro, perché poi la preghiera diventa anche lavorare, agire, fare e poi ci innamoriamo così di Dio. Durante tutto questo tempo la Madonna ci ha parlato sempre con grande amore e rispetto di Dio. Lei dice: “Dio mi ha permesso di essere in mezzo a voi”, perché Lei è un dono di Dio per noi.

P. Livio: Vorrei sottolineare quest’altra espressione: che la pace è il dono più prezioso. Di questo io ne sono convintissimo perchè, quando uno ha la pace nel cuore, è una persona felice. Si prega per la pace, ma prima di tutto si prega per la propria pace, per la propria riconciliazione con Dio, essere in pace e amicizia con Dio. Allora con questa pace noi porteremo la pace nel mondo.

Marija: Qui arrivano tanti ex “guerrieri” contro Dio, contro la Madonna, contro la vita che si sono convertiti. Qualche giorno fa ho sentito una bellissima testimonianza: una dottoressa abortista, che si sentiva perfetta, è arrivata a Medjugorje perché ha sentito che c’era un ritiro per la vita: voleva capire di cosa loro parlassero. Il ritiro è cominciata andando sulla Collina delle apparizioni per fare la consacrazione alla Madonna. Lei, camminando sulle pietre della collina, è andata in crisi ed è rimasta pietrificata perché ha avuto una visione mistica nella quale ha visto tante teste di bambini e lei che ci camminava sopra. Si è spaventata e impietrita non poteva più muoversi. Adesso ha dato la sua testimonianza di questo grande segno avuto. Si è convertita completamente ed è diventata una che protegge la vita, che ama la vita. Ha cominciato un cammino di santità. Ha capito a Medjugorje che dal concepimento fino alla morte la vita è un dono di Dio. Gesù attraverso la Madonna tocca tanti cuori.

P. Livio: Mi piace molto questa espressione: “Camminate fieri con Dio”. Non dobbiamo aver paura di essere i servitori della Madonna, avere il santo orgoglio di servire la Madonna, di essere i suoi apostoli, di mettere la nostra vita al suo servizio; l’orgoglio di essere cristiani. Essere a servizio della Madonna è un onore enorme. Essere le sue mani tese, i suoi strumenti, così che le nostre mani, la nostra bocca, il nostro sorriso, i nostri occhi sono il prolungamento di Maria. Non c’è nulla di più bello che vivere così la nostra vita.

Marija: Ringrazio la Madonna per ogni parola di questo messaggio e per la sua presenza. In tanti abbiamo cominciato ad innamorarci di Gesù attraverso di Lei. Così la nostra vita è cambiata. Quella fierezza che durante il comunismo hanno cercato di toglierci, la Madonna l’ha messa nel nostro cuore, nella nostra mente e nelle nostre opere. Tante volte mi chiedo perché il Signore ha fatto in modo che mi sposassi in Italia, così che la mia vita è legata all’Italia e amo l’Italia nonostante sia croata. Una parte del mio cuore è italiano e tante volte prego per l’Italia. Dobbiamo avere questa fierezza perché l’Italia è una terra di santi, una terra di martiri, la terra dove c’è il Vaticano con la Sede di Pietro. Forse molti oggi hanno dimenticato questo. Io voglio dire: svegliatevi e pregate! Ritornate a Dio! La Madonna ripete: “Senza Dio non avete né futuro, né vita eterna”

<<< >>>

Marija e Padre Livio hanno quindi pregato il “Magnificat” ed il Gloria

… e Padre Livio ha concluso con la benedizione.

Marija e P. Livio

Fonte: Medjugorje oggi

(Visitata 62 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *