• Messaggi del 25

    Breve commento di Padre Livio di Radio Maria al messaggio del 25 luglio 2019

    “Cari figli, la mia chiamata per voi è la preghiera. La preghiera sia per voi gioia e una corona che vi lega a Dio. Figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti ed il peccato regnerà, ma se siete miei, vincerete, perché il vostro rifugio sarà il Cuore di mio Figlio Gesù.  Perciò figlioli, ritornate alla preghiera affinché la preghiera diventi vita per voi, di giorno e di notte.  Grazie per aver risposto alla mia chiamata”. Breve commento di Padre Livio di Radio Maria al messaggio del 25 luglio 2019 Cari amici, l’ultimo messaggio della Regina della pace è un appello accorato alla preghiera: “La mia chiamata per voi è…

  • Approfondimenti della fede

    Approfondimenti della fede (77)

    « Santa Marta»: omelia di don Renzo Lavatori Vangelo secondo Luca ( Lc 10,38-42 )In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi. Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte…

  • Trascrizioni preghiere serali e varie

    Preghiere serali a Medjugorje dal 25 al 27 luglio 2019

    Adorazione Eucaristica del 25 Luglio 2019 – presieduta da fra Zvonimir Pavičić Signore Gesù…questo incontro ci tocchi e ci trasformi…Tu ci insegni che chi vuole essere primo… deve essere il più piccolo…Signore Gesù, oggi abbiamo celebrato la Solennità di San Giacomo, Tuo Apostolo.. Canto: Laudate Dominum, omnes gentes, laudate Dominum.           Alleluia, alleluia! Cantate Domino. –         Ti adoriamo, Signore Gesù, Ti adoriamo dal profondo del nostro essere, e Ti preghiamo: in questi momenti la Tua Presenza santa e mite possa riempire il cuore di ciascun o di noi, affinché questo incontro ci tocchi e ci trasformi. Come i Tuoi discepoli erano con Te, stavano ai Tuoi piedi, così benedici tutti noi…

  • Messaggi del 25

    La veggente Marija Pavlovic Lunetti in diretta con P. Livio a Radio Maria per il messaggio del 25 luglio 2019

    Cari figli! La mia chiamata per voi è la preghiera. La preghiera sia per voi gioia e una corona che vi lega a Dio. Figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti ed il peccato regnerà ma se siete miei, vincerete perché il vostro rifugio sarà il Cuore di mio Figlio Gesù. Perciò figlioli, ritornate alla preghiera affinché la preghiera diventi vita per voi, di giorno e di notte. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. P. Livio: Mi pare che questo messaggio sia un appello molto accorato alla preghiera; mai la Madonna aveva detto di pregare giorno e notte. Marija: In realtà la Madonna qui a Medjugorje chiede…

  • Approfondimenti della fede

    Approfondimenti della fede (76)

    XVII Domenica del tempo ordinario: omelia di don Renzo Lavatori – Casa natale di S. Maria Goretti a Corinaldo Dal libro della Gènesi ( Gen 18,20-32)In quei giorni, disse il Signore: «Il grido di Sòdoma e Gomorra è troppo grande e il loro peccato è molto grave. Voglio scendere a vedere se proprio hanno fatto tutto il male di cui è giunto il grido fino a me; lo voglio sapere!».Quegli uomini partirono di là e andarono verso Sòdoma, mentre Abramo stava ancora alla presenza del Signore. Abramo gli si avvicinò e gli disse: «Davvero sterminerai il giusto con l’empio? Forse vi sono cinquanta giusti nella città: davvero li vuoi sopprimere? E…

  • Notizie

    La confessione mensile

    Nell’educazione alla pace, la Madonna, stando a quanto ci riferiscono i veggenti, chiede la confessione mensile. Nella comunità di Medjugorje il primo venerdì del mese, il sabato e la domenica sono i giorni della riconciliazione.  Ci si porrà sicuramente la domanda: perché così spesso? Alla luce di quello che sappiamo sulle leggi della vita spirituale si può comprendere facilmente l’invito mensile al sacramento della confessione, perché il bisogno del sacramento della riconciliazione non è solo collegato con quanto di negativo abbiamo compiuto, ma soprattutto con la crescita nell’amore, nella pace, nella misericordia e nel perdono. Anche, quando si afferma di non aver nulla da confessare, ciò non esclude l’esigenza di…

  • Notizie

    L’Angelus

    La Chiesa ci propone con l’Angelus, la preghiera che si recita al suono della campana, la mattina, a mezzogiorno e la sera, di onorare la Madre di Dio e allo stesso tempo adorare il mistero dell’Incarnazione. Quest’abitudine di suonare più volte al giorno risale all’epoca delle Crociate (1095). L’usanza di avvertire i fedeli dell’ora della preghiera ogni mattina con un rintocco di campana esisteva sicuramente già da tempo, ma è dalle Crociate che le campane suonano in modo regolare: la mattina, una mezz’ora prima dell’alba e la sera, una mezz’ora dopo il tramonto, per coinvolgere i fedeli nella preghiera al Signore per la conquista della Terra Santa (Urbano II, 1095).…

  • Notizie

    Il nostro cuore è come un fiore

    Marija Pavlovic, veggente, racconta: Durante la preghiera mi e’ apparsa per tre volte l’immagine di un fiore. La prima volta era meraviglioso, fresco, coloratissimo. Ed io ne ero felice! Poi ho visto lo stesso fiore chiuso,appassito, aveva perduto completamente la sua bellezza. Ero triste! Ma, ecco una goccia d’acqua cadde sul fiore appassito ed esso subito riacquisto’ tutta la sua freschezza e il suo fulgore! Ho cercato di capire che cosa potesse significare per me questa visione, ma non ci riuscivo. Pero’ decisi di chiederlo alla Madonna durante una delle Sue apparizioni. Le dissi: “Madonna mia, che cosa vuol dire quello che visto durante la preghiera? Che significato aveva quel fiore?”…

  • Approfondimenti della fede

    Approfondimenti della fede (75)

    « Festa di San Giacomo » : omelia di don Renzo Lavatori Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 20,20-28)In quel tempo, si avvicinò a Gesù la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli e si prostrò per chiedergli qualcosa. Egli le disse: «Che cosa vuoi?». Gli rispose: «Di’ che questi miei due figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno». Rispose Gesù: «Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io sto per bere?». Gli dicono: «Lo possiamo». Ed egli disse loro: «Il mio calice, lo berrete; però sedere alla mia destra e alla mia sinistra non sta a me…