Messaggi del 25

La veggente Marija Pavlovic Lunetti in diretta con P. Livio a Radio Maria per il messaggio del 25 giugno 2021

”Cari figli! Il mio Cuore è gioioso perché in tutti questi anni vedo il vostro amore e la vostra apertura alla mia chiamata. Oggi vi invito tutti: pregate con Me per la pace e la libertà perché satana è forte e con i suoi inganni vuole portare via quanti più cuori possibili dal mio Cuore materno. Perciò decidetevi per Dio perché stiate bene sulla terra che Dio vi ha dato. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Marija: Saluto tutti i radioascoltatori di Radio Maria con grande gioia. Qui c’è una folla che nessuno si aspettava a Medjugorje. Stiamo festeggiando 40 anni assieme alla Madonna con la gioia nel cuore come Lei stessa ha detto anche in questo messaggio.

P. Livio: Come spesso avviene il 25 giugno, è un messaggio che dà molta speranza e gioia, ma è anche un incoraggiamento a noi perché ci dice che vede il nostro amore e la nostra apertura.

Marija: E’ un messaggio bellissimo che tutti aspettavamo con tanta gioia. Il messaggio è gioioso e la Madonna è stata a lungo con noi. E’ stato tutto un po’ speciale, si sentiva in questi giorni il Paradiso qua a Medjugorje. Soprattutto ieri e oggi si è pregato giorno e notte. Stanotte le Colline erano piene di persone in preghiera. La chiesa è piena di pellegrini. E’ stata una sorpresa perché nessuno si aspettava una reazione di popolo non soltanto croato; sono arrivati da tutto il mondo. Molto meno dall’Italia; si sentiva una mancanza di italiani. Ci sono i più coraggiosi, ma sono pochi i gruppi di italiani. (Per le note restrizioni del nostro ministero) … Questa sera sull’altare c’erano tantissimi sacerdoti. Gli iscritti erano 387, ma solo sull’altare erano più di 400. Tanti sacerdoti in questi giorni senza sosta stanno confessando giorno e notte. Medjugorje è ritornata nel suo splendore come negli anni passati. Per il Festival dei giovani stiamo aspettando tanti e dobbiamo organizzarci perché sembra che arrivino predicatori di alto calibro … Questa mattina c’è stata una processione alle 4,30 e io sono andata con loro. Un gruppo poi per un anno intero alle 5 del mattino sono saliti sulla Collina e io ho cercato di farne parte quando sono qua a Medjugorje. Da questa mattina la Collina delle apparizioni è piena e ancora adesso ci sono le luci dei tanti pellegrini che sono arrivati (circa 30.000) . Stiamo vivendo un momento di Pentecoste qua a Medjugorje dopo il covid … La Madonna ci chiede “Pregate per la pace e la libertà perché satana è forte”. Penso che queste tre parole contengano un po’ tutto il messaggio …

P. Livio: Altre volte la Madonna ha usato la parola libertà, ma faceva sempre allusione alla libertà interiore, alla libertà davanti a Dio. Questa volta mi sembra che la parola libertà abbia un valore più ampio perché accostata a quella di pace, quindi mi pare che la Madonna voglia alludere alla pace interiore, alla libertà interiore, ma anche alla libertà esteriore. Cioè la mia interpretazione è questa: satana certamente ci toglie la libertà interiore con il peccato, ma adesso con il pensiero unico, con i mas media, con gli stati totalitari, satana vuole togliere la libertà religiosa, la libertà di culto, la libertà alla Chiesa, la libertà di insegnamento, la libertà ai genitori di insegnare la fede …

Marija: In questo tempo di covid, quando leggiamo i giornali e sentiamo le informazioni, a me, che ho vissuto il comunismo, sembra che arrivi una dittatura. Per esempio in tanti Paesi, tipo l’Argentina, nessuno può entrare o uscire. Mi hanno mandato messaggi le persone che volevano venire a Medjugorje per questo quarantesimo e hanno detto: impossibile. C’è una dittatura diabolica. La Madonna dice: “Pregate con me per la pace e la libertà perché satana è forte e con i suoi inganni vuole portare via quanti più cuori possibili dal mio cuore materno”. Io credo che in questo momento con questi progetti satanici vogliono toglierci la libertà. Con la scusa di non urtare; ma io non urto nessuno se porto una croce. Con la scusa di urtare la sensibilità di altri, ci proibiscono di parlare e testimoniare la nostra religione e la nostra fede. Per questo io credo che la Madonna comincia un nuovo mondo. E’ una cosa bellissima sentire tante mani allungate per la carità, tanti che sono stati toccati nel loro cuore dalla Madonna e dal buon Dio e hanno cominciato una vita nuova … Tante persone si sono perse, ma tante si sono ritrovate. Per noi nella parrocchia di Medjugorje io penso che sia stato un momento di sosta, un momento di rilassamento e di preghiera. Credo che Medjugorje riprenda ora in modo più forte perché qua la Madonna non cessa di apparire, non cessa di chiamarci, di gioire con noi e sta preparando un progetto, un progetto molto grande, molto più grande di quello che noi pensiamo. Dio ci ha dato questa terra e vuole che stiamo bene. Dio non vuole la sofferenza, Dio guarisce, dà la gioia, è risorto e per questo dobbiamo anche noi credere che il Risorto cammina con noi, che un cristiano non è un cristiano morto, ma è risorto … La Madonna oggi era vestita dorata ed era gioiossima. La Madonna non ha dato solo il messaggio, ma ci ha parlato. La Madonna ha anche pregato nella lingua aramaica, la sua lingua materna, e ogni volta, quando la Madonna prega, sappiamo che è una preghiera intensa … Sentivamo il Paradiso. E questo Paradiso vogliamo trasmetterlo anche a voi … La Madonna con la sua presenza ci porta in Paradiso. Lei ci sta guardando con occhi di Cielo, con lo sguardo di eternità, dove vuole portare tutti noi … C’è una grande gioia nel nostro cuore nonostante la sofferenza. Stamattina ho sentito Vicka che non sta bene. Anche Mirjana non sta bene. Ivanka non si è sentita di venire sull’altare al termine della S. Messa per il Magnificat perché ha detto che sarebbe svenuta, le tremano le gambe, si emoziona … Anche questa sera è stata una emozione grande: vedere così tante persone, tanti cuori che cantano, pregano, inginocchiati … Mi sembra di essere tornata ai primi anni, ma con un numero più grande. Nessuno si aspettava di vedere così tanti pellegrini. Anche tante radio cattoliche stanno trasmettendo il messaggio della Madonna e altri programmi con ciò che stiamo vivendo qua a Medjugorje. In particolare questo gruppo di giovani, ma anche anziani, di persone innamorate della Madonna e ogni mattina alle 5 hanno fatto per un anno intero la preghiera sulla Collina con pioggia, freddo, gelo, bora. Essi hanno deciso stamattina di continuare da domani ancora per tutto l’anno la preghiera sulla Collina. Questo mi dà una gioia immensa perché so che quando preghiamo per le intenzioni della Madonna, Lei dà il centuplo … Probabilmente su internet leggerete un’intervista del nostro caro Mons. Hoser che non è a Medjugorje ma è rimasto in Polonia a causa delle conseguenze del covid. Ha detto che c’è questo desiderio dei pellegrini di tornare a Medjugorje e questo non succede da altre parti. Lui ha trovato una parola bellissima per dire che non è una dipendenza, ma un desiderio che la Madonna mette nel nostro cuore: dobbiamo ritornare perché qua c’è questa giovinezza della Madonna, questa bellezza, questa gioia della Madonna. Come questa sera: quanta gioia aveva la Madonna nei suoi occhi, nella sua bocca, nella sua espressione … Mi dava tanta tenerezza. Quel velo che aveva sulla testa era così reale, così bello, quanta dignità, una dolcezza che non possiamo neanche descrivere. Questa sua presenza in mezzo a noi non la potremo mai dimenticare … Ieri mattina alle 6, come ogni 24 giugno, dal Santuario di S. Antonio a Humac, dove c’è anche il noviziato dei frati, c’è stata la grande processione nella quale si prega per la pace fino a Medjugorje, lungo circa 13 km. Anche ieri pomeriggio dalla parrocchia di Citluk col parroco Padre Miro, una delle prime vocazioni di Medjugorje, con tanti pellegrini di Erzegovina e altri, sono arrivati cantando e pregando. E oggi, come incoronazione di questi giorni della novena, una processione è partita alle 16,30 dalla Collina delle apparizioni fino alla chiesa con tanta festa e grande gioia. E’ caldo a Medjugorje, ma nessuno ferma la gioia perché l’entusiasmo che abbiamo nel cuore nessuno lo può togliere. Io credo che l’amore che abbiamo verso la Madonna ci stimola ancora di più. Non c’è caldo, non c’è pioggia, non c’è vento che ci possa fermare. E dico: grazie a Dio e grazie alla Gospa!

<<< >>>

Marija e Padre Livio hanno quindi pregato il “Magnificat” ed il Gloria

… e Padre Livio ha concluso con la benedizione.

Marija e P. Livio

Fonte: Maria a Medjugorje

(Visitata 65 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *