• Omelie

    Omelia di Padre Luigi Lorusso alla Santa Messa del 16 settembre 2021

    Prima Lettura 1 Tm 4, 12-16 Dalla prima lettera di san Paolo apostolo a TimòteoFiglio mio, nessuno disprezzi la tua giovane età, ma sii di esempio ai fedeli nel parlare, nel comportamento, nella carità, nella fede, nella purezza.In attesa del mio arrivo, dèdicati alla lettura, all’esortazione e all’insegnamento. Non trascurare il dono che è in te e che ti è stato conferito, mediante una parola profetica, con l’imposizione delle mani da parte dei presbìteri.Abbi cura di queste cose, dèdicati ad esse interamente, perché tutti vedano il tuo progresso. Vigila su te stesso e sul tuo insegnamento e sii perseverante: così facendo, salverai te stesso e quelli che ti ascoltano. C:…

  • Omelie

    Omelia di Padre Luigi Lorusso alla Santa Messa del 15 settembre 2021

    Prima Lettura Eb 5, 7-9 Dalla lettera agli Ebrei.Cristo, nei giorni della sua vita terrena, offrì preghiere e suppliche, con forti grida e lacrime, a Dio che poteva salvarlo da morte e, per il suo pieno abbandono a lui, venne esaudito.Pur essendo Figlio, imparò l’obbedienza da ciò che patì e, reso perfetto, divenne causa di salvezza eterna per tutti coloro che gli obbediscono. C: Parola di Dio.A: Rendiamo grazie a Dio. Salmo Responsoriale Sal 30 RIT: Salvami, Signore, per la tua misericordia. In te, Signore, mi sono rifugiato,mai sarò deluso;difendimi per la tua giustizia.Tendi a me il tuo orecchio.   RIT: Salvami, Signore, per la tua misericordia. Vieni presto a liberarmi.Sii…

  • Omelie liturgiche

    Omelie liturgiche (112)

    Omelia: « Esaltazione della Santa Croce » Omelia di Don Renzo Lavatori alla Stacciolail 14/9/2021 Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo:«Nessuno è mai salito al cielo, se non colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell’uomo. E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna.Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna.Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per…

  • Omelie

    Omelia di Padre Luigi Lorusso alla Santa Messa del 13 settembre 2021

    Prima Lettura Nm 21, 4-9 Dal libro dei Numeri.In quei giorni, il popolo non sopportò il viaggio. Il popolo disse contro Dio e contro Mosè: «Perché ci avete fatto salire dall’Egitto per farci morire in questo deserto? Perché qui non c’è né pane né acqua e siamo nauseati di questo cibo così leggero».Allora il Signore mandò fra il popolo serpenti brucianti i quali mordevano la gente, e un gran numero d’Israeliti morì.Il popolo venne da Mosè e disse: «Abbiamo peccato, perché abbiamo parlato contro il Signore e contro di te; supplica il Signore che allontani da noi questi serpenti». Mosè pregò per il popolo.Il Signore disse a Mosè: «Fatti un…

  • Video-Letture Ango Teologico

    Video-lettura (5): Messaggio a Mirjana del 2/2/2015 – Lo sguardo e il sorriso di Maria

    Lo sguardo e il sorriso di Maria Messaggio a Mirjana del 2 febbraio 2015“Cari figli, eccomi sono qui in mezzo a voi. Vi guardo, vi sorrido e vi amo come solo una madre può fare. Attraverso lo Spirito Santo che viene per mezzo della mia purezza, vedo i vostri cuori e li offro a mio Figlio. Già da tanto tempo vi chiedo di essere miei apostoli, di pregare per coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio. Chiedo la preghiera fatta con l’amore, la preghiera che fa opere e sacrifici. Non perdete tempo a capire se siete degni di essere miei apostoli. Il Padre Celeste giudicherà tutti, ma voi amateLo…

  • Altri messaggi

    Messaggio straordinario a Ivan dell’11 settembre 2021

    “Cari figli, oggi vi invito ad accettare sul serio i messaggi che vi do. Io vi sono vicina e desidero, cari figli, che ognuno di voi sia ancora più vicino al mio cuore. Perciò figlioli pregate e cercate la volontà di Dio nella vostra vita. Desidero che ognuno di voi scopra la via della santità e cresca su questo cammino. Grazie cari figli che ancora oggi avete risposto alla mia chiamata.” Fonte: Radio Maria (Visitata 26 volte, 1 visite oggi)

  • Omelie liturgiche

    Omelie liturgiche (111)

    Omelia: « Tu sei il Cristo » Omelia di Don Renzo Lavatori XXIV Domenica del T.O. alla Stacciolail 12/9/2021 Dal Vangelo secondo Marco In quel tempo, Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa e altri uno dei profeti».Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno.E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto,…

  • Omelie

    Omelia di Padre Luigi Lorusso alla Santa Messa del 13 settembre 2021

    Prima Lettura 1 Tm 2, 1-8 Dalla prima lettera di san Paolo apostolo a TimòteoFiglio mio, raccomando, prima di tutto, che si facciano domande, suppliche, preghiere e ringraziamenti per tutti gli uomini, per i re e per tutti quelli che stanno al potere, perché possiamo condurre una vita calma e tranquilla, dignitosa e dedicata a Dio. Questa è cosa bella e gradita al cospetto di Dio, nostro salvatore, il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità.Uno solo, infatti, è Dio e uno solo anche il mediatore fra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù, che ha dato se stesso in riscatto per tutti.…

  • Articoli e video vari

    “Anche la croce sul monte faceva parte del piano di Dio, quando voi l’avete costruita.”- Storia della Croce sul monte Križevac

    Nel Giubileo del diciannovesimo anniversario della morte in croce del nostro Salvatore Gesù, iniziato nell’aprile 1933 e terminato nell’aprile 1934, i parrocchiani della parrocchia di Medjugorje, con il loro parroco P. Bernardin Smoljan, decisero di fare qualcosa incoraggiati da Papa Pio XI. e il vescovo locale, P. Alojzije Mišić. Fu deciso, la sera del 21 gennaio 1934, di costruire una croce sulla collina Šipovac, con una vista aperta su tutte le parti dell’Erzegovina Il momento in cui fu decisa la costruzione non era facile per la crisi economica in cui versava tutto il mondo. Nonostante questo, i giovani si sono rimboccati le maniche e hanno tracciato un sentiero fino in cima…