Messaggi del 25

“Breve” commento di Padre Livio al Messaggio a Marja del 25 novembre 2021

“Cari figli! Sono con voi in questo tempo di misericordia e vi invito tutti ad essere portatori di pace e d’amore in questo mondo dove, figlioli, Dio vi invita attraverso di Me ad essere preghiera, amore ed espressione del Paradiso qui sulla terra. I vostri cuori siano riempiti di gioia e di fede in Dio affinché, figlioli, possiate avere totale fiducia nella Sua santa volontà. Per questo sono con voi perché Lui, l’Altissimo, mi manda tra di voi per esortarvi alla speranza, e voi sarete portatori di pace in questo mondo inquieto. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.” 

“Sono con voi in questo tempo di Misericordia”

Cari amici,

la particolarità di questo messaggio è l’espressione “tempo di misericordia”, con la quale la Madonna indica questa tappa della Storia della salvezza caratterizzata da un mondo sempre più lontano da Dio e immerso nella palude del peccato.

La Madre ci ha ammonito perché abbiamo “rifiutato la fede e la Croce”, ritornando al paganesimo e all’idolatria. Ma proprio nel momento del nostro più grande smarrimento, ecco che Dio l’ha inviata per chiamarci alla conversione e a prenderci per mano sulla via della salvezza.

Con l’apostolo Paolo potremmo dire, riguardo al nostro tempo, che dove abbonda il peccato sovrabbonda la grazia. Infatti, proprio negli anni della grande apostasia, che ha colpito in modo particolare i paesi di antica cristianità, la Madonna è stata inviata in soccorso della Chiesa e del mondo intero, come mai era avvenuto prima.

In questo messaggio, come quelli dei tre mesi precedenti, la Madre sembra voler portare il Cielo sulla terra, chiamandoci alla gioia, all’amore e alla pace, in modo tale che i nostri cuori inquieti si aprano alla speranza e guardino al futuro con fiducia.

Maria è messaggera di Misericordia per questo mondo “perduto”, nel quale i cuori sono stati “scardinati dall’odio”. Per aiutarli desidera che i nostri cuori siano pieni di “Paradiso”, in modo tale che possiamo testimoniarlo a chi è nelle tenebre del male e della morte.

Per questo ci invita “ad essere preghiera”, perché é solo attingendo costantemente alla sorgenti divine dell’amore e della pace che potremo aiutare la nostra generazione a ritornare a Dio.

Vostro Padre Livio

Fonte: Blog di P. Livio

(Visitata 19 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.