Messaggi del 25

Commento di Padre Livio di Radio Maria al messaggio a Marija del 25 luglio 2022

”Cari figli, sono con voi per guidarvi sulla via della conversione, perché, figlioli, con le vostre vite potete avvicinare tante anime a mio Figlio. Siate testimoni gioiosi della Parola di Dio e dell’amore, con la speranza nel cuore che vince ogni male. Perdonate coloro che vi fanno del male e camminate sulla via della santità. Io vi guido a mio Figlio affinché Lui sia per voi via, verità e vita.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Commento di Padre Livio di Radio Maria al messaggio del 25 luglio 2022

Questo è un messaggio di una bellezza incredibile, che ci fa capire una realtà che alcuni teologi e mistici hanno intuito, perché da tempo si sta manifestando e che adesso, andando avanti nel tempo culminante della grande battaglia, si manifesterà in un modo quasi evidente.

Il mondo è diviso in 2 schieramenti e questa impostazione è stata presentata da teologi come Romano Guardini, Fulton Sheen, anche da Maria Valtorta, da Paolo VI, schieramenti che poi sono quelli dell’Apocalisse, i seguaci dell’Agnello e i seguaci della terra.

Questi autori che vi ho citato preannunciano il tempo della grande battaglia nel quale siamo entrati.

Dio fa le sue battaglie attraverso di noi e le potenze del male fanno le loro battaglie attraverso quelli che le seguono.

Le battaglie si fanno attraverso gli uomini, la battaglia tra la Donna e il drago avviene tra gli apostoli della Madonna, gli apostoli del suo amore e satana con i suoi.

Dunque c’è lo schieramento di chi crede che Dio si è fatto uomo e c’è lo schieramento che crede che l’uomo è dio; lo schieramento cristiano da una parte e lo schieramento ateo, umanitario con l’uomo al posto di Dio.

Questo schieramento dell’uomo al posto di Dio riguarda soprattutto l’Occidente ed anche la Cina. È uno schieramento molto vasto, è la nuova religione che porta le persone alla perdizione eterna.

Qual è la differenza tra le grandi religioni e la nuova religione atea e materialista? Leggendo i messaggi la Madonna ha un atteggiamento quasi benevolo verso le varie religioni, perché Lei dice che in tutte le religioni c’è qualcosa di buono e in tante religioni c’è la preghiera, preghiera di domanda, di aiuto e anche di pentimento.

La Madonna dice di rispettare le altre religioni, anche se poi dobbiamo testimoniare che Gesù Cristo è l’unico Salvatore.

L’atteggiamento della Madonna verso le religioni non cristiane è molto più aperto di quanto non sia il suo l’atteggiamento nei confronti dell’ateismo.

La Madonna chiama paganesimo questa nuova religione atea e materialista, è un mondo nuovo senza Dio e per questo vale quel messaggio in cui la Madonna dice che, per chi nega Dio fino alla fine, sarà duro per lui, al termine della vita, comparire davanti a Dio per essere condannati all’inferno.

Lasciare, come sta avvenendo in Occidente, la fede e la Croce per abbracciare questa religione atea porta alla perdizione eterna, all’impenitenza finale, se non c’è un pentimento, un ritorno a Dio.

Nelle altre religioni c’è la possibilità della salvezza, sempre per merito di Cristo, perché comunque ci sono spiragli attraverso i quali passa la grazia.

Man mano che si arriva alla battaglia finale gli schieramenti si estremizzano: da una parte le schiere del maligno diventano sempre più perverse, gli uomini diventano sempre più cattivi, diventano sempre più del demonio e sempre più capaci di fare i delitti più orribili,

dall’altra quelli che sono schierati con la Madonna e con Dio diventano sempre più religiosi, sempre più credenti, sempre più santi, sempre più pronti a dare la propria vita per se stessi e per le anime degli altri.

Questa introduzione ci permette di capire questo messaggio. Questo messaggio è fatto per i figli della luce:

“Cari figli, sono con voi per guidarvi sulla via della conversione”, e alla fine dice: “Io vi guido a mio Figlio affinché Lui sia per voi via, verità e vita“, perché voi diventiate una sola cosa con mio Figlio, siate i testimoni di mio Figlio, i soldati di mio Figlio”.

Questo messaggio è qui per dirci che noi, entrando ormai nel tempo della battaglia finale, dobbiamo completare la conversione, dobbiamo arrivare alla santità reale, essere veramente tutti di Maria, essere veramente tutti Suoi. Un esempio di questo tipo di santi è San Giovanni Paolo II.

Una volta che siamo arrivati a questa profonda assimilazione, tanto da essere immagine viva di Gesù, immagine viva di Maria, possiamo fare cose meravigliose, non perché siamo noi, ma perché Cristo ci ha conquistati, ci ha afferrati e ci ha fatto suoi e noi ci siamo donati a Lui.

Diventiamo fortezze inespugnabili, una forza invincibile e la Madonna dice: “con le vostre vite potete avvicinare tante anime a mio Figlio”.

Chi diventa di Cristo per mezzo di Maria può, come Maria, anche in una vita normale, avvicinare tante anime a Gesù, diventare una forza di attrazione, una luce, un presentimento di Paradiso.

C’è bisogno di arrivare a questi livelli di santità per attirare, portare e avvicinare tante anime a Gesù e sottrarle agli artigli del maligno.

Poi dice: “se voi siete miei, sarete testimoni gioiosi della Parola di Dio e dell’amore, con la speranza nel cuore che vince ogni male”.

Anche se non avete la laurea in teologia, sarete sapienti, sarete una irradiazione della sapienza, dell’amore e nel momento della disperazione sarete quella speranza che metterà il fuga la potenza del male.

“Perdonate coloro che vi fanno del male e camminate sulla via della santità”.

E poi, nel momento in cui gli uomini come diavoli si azzanneranno, voi accettate la persecuzione.

Il martirio è una grande grazia, a chi è proposta consiglio di non rifiutarla. Perdonate, come ha fatto Santo Stefano.

E così porterete a coronamento la vostra santità.

E può essere anche un martirio a colpi di spillo, non solo a colpi di spada. Noi non malediciamo, noi benediciamo, perdoniamo.

Diventiamo la potenza di Cristo che distruggerà la potenza del male.

Stiamo entrando nei tempi forti della fede, in qualcosa di grandioso e di bello, siamo entrati in un momento in cui scopriamo la bellezza e la grandezza della fede cristiana, coraggio, entriamo senza paura.

Io vi guido a mio Figlio affinché Lui sia per voi via, verità e vita”. Ringraziamo la Madonna che ci guida verso Gesù Cristo, che ci protegge,

che ci illumina ed è qui per portarci in Paradiso, specialmente quelle anime che satana tiene schiave e che con la preghiera possiamo liberare.

“Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Perseveriamo, siamo entrati nel momento in cui dobbiamo essere totalmente spiritualmente a disposizione della Madonna, con la nostra mente e il nostro cuore, facendo le cose della nostra vita quotidiana.


La Madonna vuole che diventiamo proprio i Suoi
(dal commento al messaggio del 25 novembre 1998 di Padre Slavko Barbaric)

La Madonna ci invita a prendere la via della salvezza, perché vuole mostrarci la strada verso il Cielo, verso il Paradiso.

Gesù è venuto: è Lui la salvezza, Lui offre la salvezza al mondo. Maria non vuole altro che mostrarci e avvicinarci a Gesù.

Maria ci invita ad essere “Suoi”. Come Madre vuole che stiamo vicini a Lei e non solo vicini, ma vuole che diventiamo proprio “i Suoi“; e con Lei possiamo deciderci per la santità. Forse noi, così come siamo, peccatori, deboli, abbiamo anche paura a parlare di santità o deciderci a diventare santi, ma con Lei possiamo dire che tutto è possibile. La Madonna ci invita ad accettare la preghiera con serietà. Senza la preghiera non può succedere proprio niente.

Ed ecco il triplice invito: “Pregate, pregate, pregate”.

Vediamo di rinnovare la preghiera a livello personale, nelle famiglie, nei gruppi di preghiera, nelle parrocchie: che tutta la Chiesa diventi proprio la Chiesa che prega.

“ Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

(Visitata 57 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *