Messaggi del 25

La veggente Marija Pavlovic Lunetti in diretta con P. Livio a Radio Maria per il messaggio del 25 ottobre 2022

“Cari figli! L’Altissimo mi ha permesso di stare con voi; di essere gioia per voi e via nella speranza perché l’umanità ha deciso per la morte. Perciò mi ha inviato per istruirvi che senza Dio non avete futuro. Figlioli, siate strumenti d’amore per tutti coloro che non hanno conosciuto il Dio dell’amore. Testimoniate con gioia la vostra fede e non perdete la speranza nel cambiamento del cuore umano. Io sono con voi e vi benedico con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

P. Livio: E’ un messaggio molto impegnativo.

Marija: Questo messaggio mi sembra molto bello, molto impegnativo ma anche un messaggio di speranza e di gioia perché come dice la Madonna: “L’Altissimo mi ha permesso di stare con voi”. Per l’ennesima volta ringrazia Dio che le ha permesso di stare con noi nella via della speranza perché l’umanità ha deciso la morte. Per questo io credo profondamente che ci dice subito dopo: “Mi ha inviata ad istruirvi che senza Dio non avete futuro”. L’umanità è nel bivio, come ha ci detto molte volte, non ama più la vita, non ama più Dio. Quante volte la Madonna ci ha detto: siate amore, siate preghiera, siate la speranza, siate le mie mani allungate. Lo vediamo anche in questo messaggio, la Madonna ci sta dicendo che lei vuole istruirci, vuole darci la speranza, che senza Dio non abbiamo futuro e allora dice: “attaccatevi a Dio”. Ci chiama ad essere strumenti perché se abbiamo sperimentato l’amore di Dio nella nostra vita, diventiamo anche noi amore, amore per tutti coloro che non hanno conosciuto il Dio dell’amore. Purtroppo, se mostriamo ad un pagano che non sa nulla del cristianesimo solo Gesù sulla Croce, la Madonna Addolorata con una spada nel cuore … rimane scioccato. Anche a noi la Sacra Famiglia può apparire una famiglia disgraziata. Invece la Madonna ci sta dicendo che Dio è con noi: è il Dio della gioia, dell’amore, della speranza, Dio della pace. Soprattutto in questi giorni in cui sentiamo delle guerre e di ideologie che seminano morte e incapacità di riconoscere da dove arriviamo. Lei ci sta dicendo.: “Ritornate a Dio”. La Madonna ci sta aiutando ad essere strumenti, noi che crediamo, noi che preghiamo, che abbiamo conosciuto Dio. La Madonna vuole che noi diventiamo come Lei strumenti di pace e di amore, che diventiamo preghiera per chi non prega, amore per tutti quelli che non amano, per tutti quelli che non adorano Gesù. Le chiese sono vuote perché noi cristiani non abbiamo abbastanza fede per poter dire che siamo capaci di amare Gesù sopra ogni cosa. Oggi la Madonna ci sta ripetendo “Testimoniate con gioia la vostra fede e non perdete la speranza nel cambiamento del cuore umano”. Noi vediamo quante persone vengono qua da tutto il mondo a Medjugorje e si innamorano di Dio, cambiando la loro vita e lasciano il peccato; è una cosa bellissima. Questi non taceranno, grideranno! … Io lo sperimento ogni giorno: anche chi era lontano dalla fede si è convertito. Alcuni sono diventati sacerdoti e oggi sono sacerdoti santi. Ogni giorno incontrando i pellegrini lo sperimento, anche in persone che sono già nella Chiesa, attraverso i testimoni di Medjugorje, cambiano vita, sentono la presenza di Dio attraverso la Madonna e raccontano la loro conversione. Anche Radio Maria ha ottenuto tante conversioni. La radio e i social possono aiutarci ad approfondire la fede leggendo la Sacra Scrittura, il catechismo della chiesa cattolica, farci capire il bene e il male. Noi abbiamo chi è morto per noi, come in nessun’altra fede. Solo Gesù è morto per darci una vita nuova, la vita eterna! … Io credo e vedo tante cose che prima sembravano importanti ed ora non lo sono più. Dobbiamo avere il senso della vita che solo Dio ci dà. Dio ci ha creato a sua immagine e ogni giorno vedo la meraviglia di poter vivere, anche se nella valle di lacrime perché forse anche così possiamo conoscere una piccola parte di Dio. Come dopo l’apparizione mi dicono che ho luce negli occhi e io dico che è il Paradiso, ho gli occhi come quelli che pregano, come le monache di clausura che hanno la bellezza riflessa della loro anima. La Madonna dice: convertitevi e siate santi! Ci invita alla santità anche nelle piccole cose perché siamo frutto dell’amore di Dio, ci ha fatti in modo perfetto, meraviglioso e, per l’amore che ha per noi, Lui è morto!

P. Livio: La frase: “L’umanità ha scelto la morte“ si può intendere anche come morte spirituale?

Marija: Io credo soprattutto morte spirituale! Perché tantissime persone, anche nell’Europa ricca, camminano ma con le ossa senza spirito (com’è detto in un passaggio della Scrittura) perché a volte, quando manca lo Spirito Santo, camminiamo ma dentro siamo morti. Io credo che manca lo Spirito Santo in loro, è per questo che preghiamo per questa umanità che sta andando alla deriva, nelle guerre, nelle depressioni, nel non rispetto. Penso alle ideologie piene di egoismo, dove si insegna che non vale la pena pensare al futuro, ad avere figli, perché sono un peso. La Madonna invece ci ha detto in diversi messaggi di non avere paura di avere tanti figli anche perché i suoi messaggi sono pieni di speranza, di vita, di gioia. Quando sento persone che dicono di non avere speranza, anche se cristiani, io dico che non è giusto, non siamo buoni cristiani. Sì, ci possono essere anche le guerre, ma quando noi preghiamo la nostra vita è nelle mani di Dio, la vita e la morte sono nelle mani di Dio. Dobbiamo essere coscienti di questo, non avere paura come ad esempio nel tempo di Covid che ci ha quasi spinti a non aver più fiducia nemmeno in Dio. Invece la Madonna ci dice: “confidate e fidatevi di Dio!”

P. Livio: Per me le parole più belle in questo messaggio è questa possibilità: “I cuori cambiano“. Questo è un miracolo che avviene continuamente in tanti cuori. Da cuori di pietra diventano cuori pieni dell’amore di Dio. Questo miracolo però si può ottenere solo attraverso la preghiera, pregare cioè perché i cuori si aprano!

Marija: Esattamente. Io credo che anche questo messaggio dobbiamo prenderlo, leggerlo, meditarlo, portarlo nel nostro cuore, leggerlo e rileggerlo. Adesso è troppo fresco anche per commentarlo perché la Madonna ha parlato della gioia, della fede, della speranza, anche del cambiamento del cuore umano perché è quello che succede in tanti cuori. Soprattutto quando dice che l’Altissimo le ha permesso di stare con noi: Lei è con noi, non ci abbandona, ci sta guidando in questo cammino umano ma con la speranza nella vita eterna. Questo mi ha toccato il cuore. Le parole che la Madonna ci ha dato stasera sono molto belle soprattutto quando dice di non perdere la speranza nel cambiamento del cuore umano, perché il cuore umano, se Dio lo tocca, cambia e diventa meraviglioso. Così ci sta incoraggiando alla speranza che ci vuole trasmettere attraverso la sua presenza, non solo per noi credenti ma anche per chi non crede. … Ci chiama ad essere suoi strumenti e io prego il Signore di farmi strumento della sua pace, della sua gioia, del suo amore e anche della preghiera. Io ho sempre più bisogno come ci aveva detto tanti anni fa: far si che la mia vita diventi preghiera. Anche una continua conversione e decisione, scelta per la santificazione là dove siamo: in famiglia, sul posto di lavoro, nel nostro paese, in parrocchia. Abbiamo tanto da fare.

P. Livio: Questa volta in modo eccezionale la Madonna non ha parlato dei Santi e dei Defunti come faceva in genere, ci dava sempre parole bellissime su di loro e sul fatto che la vita passa veloce e che bisogna pregare per le anime del Purgatorio. Questo è un messaggio da meditare anche vicini a queste feste.

Marija: Anch’io sono stata colpita da questo aspetto. Forse oggi era un giorno speciale perché c’erano presenti molti direttori delle radio Marie nel mondo, credo che questo messaggio sia anche un po’ per loro, si può dire padre Livio? E così è molto bello ma anche molto impegnativo: siamo chiamati tutti ad essere testimoni e credo profondamente in questo momento che la Madonna vuole da noi sempre più impegno nella fede, nella testimonianza, nella speranza, nel cambiamento nostro e, attraverso di noi, dei diversi altri cuori che sono lontani.

P. Livio: Speriamo che questa Radio diventi sempre più al servizio della Regina della Pace!

Marija: Grazie a Dio noi pensiamo che questo è un dono. Ricordo i primi tempi in cui si sperava che questa Radio diventasse sempre più diffusa e oggi è proprio così, è diventata mondiale e questo è un grande dono che io considero dono della Madonna.

P. Livio: Vuoi dirci ancora qualcosa? Forse sulle anime dei defunti?

Marija: Sì. Adesso ci stiamo preparando nel modo migliore alla festa dei Morti e dei Santi, non solo praticamente ma soprattutto con le preghiere: la Madonna ci aveva detto che loro stanno aspettando le nostre preghiere per poter andare in Paradiso e godere l’eternità. Ecco, in questi giorni dedichiamo la preghiera e i sacrifici, soprattutto le sante Messe per le anime del Purgatorio e dei nostri defunti. Tante volte la Madonna ci ha invitati a pregare per loro, anche con le sante Messe dedicate a loro perché tutti raggiungano il Paradiso.

<<< >>>

Marija e Padre Livio hanno quindi pregato il “Magnificat” ed il Gloria

… e Padre Livio ha concluso con la benedizione.

Marija e P. Livio

Fonte: Medjugorje Oggi

(Visitata 63 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *