Altri messaggi

Commento di Padre Livio al Messaggio dell’apparizione annuale a Mirjana, il 18 marzo 2023

“Cari figli, vi invito a conoscere il meglio possibile mio Figlio attraverso la preghiera e la misericordia. Perché con i cuori puri ed aperti impariate ad ascoltare. Ascoltare ciò che vi dice mio Figlio per riacquistare la vista spirituale. Come un unico popolo di Dio, in comunione con mio Figlio, testimoniate la verità con la vostra vita. Pregate, figli miei, affinché insieme a mio Figlio possiate portare solo pace, gioia ed amore a tutti i vostri fratelli e sorelle. Io sono con voi e vi benedico con la mia benedizione materna.”

COMMENTO AL  MESSAGGIO DEL  18 MARZO 2023

La  Madonna ci ha donato un messaggio straordinario, che  è  un  progetto di  vita  per  noi  e  per  la Chiesa e  che  colpisce  anche  per  alcune espressioni nuove e suggestive.

Il messaggio fin dall’apertura  ha una  forte indicazione  cristologica, che lo attraversa fino alla fine   e  che manifesta  la preoccupazione della  Madonna  per  la crisi della  fede  che dilaga indisturbata.

Infatti oggi sempre meno si annuncia  ciò  che  è essenziale del  Cristianesimo, il  mistero  di Gesù   Cristo, vero Dio e vero uomo e la  sua unicità come Salvatore del  mondo.

Man  mano  che ci  si avvicina al tempo dei segreti, la  Madonna  ci esorta ad  aprire gli occhi sulla guerra in atto nel  mondo, che è  innanzi tutto una ribellione contro Dio e contro Cristo, da  parte di coloro che  lo hanno conosciuto e  lo hanno  tradito.

“L’uomo moderno  non vuole Dio”, ha detto la Gospa nel messaggio del  25 Gennaio, “ed  è  per questo che va verso la perdizione”. Sarà  questo  il  vero scontro nel  tempo dei segreti,  quando satana tenterà  di distruggere la Chiesa con  la seduzione  e  la persecuzione.

Per questo  la  Madonna ci esorta a fissare lo sguardo su  Gesù e,  nella luce  della fede, a  “conoscere  il  meglio possibile” lo splendore della sua divinità  che irradia dalla sua umanità,  ascoltando la sua  Parola di verità  che dà  la  luce  ai nostri   occhi accecati.

Questo è  possibile attraverso,  la  preghiera, le  opere di misericordia e  i “cuori puri ed  aperti,  che umilmente   si dispongono a imparare  ed ascoltare”.

Dove c’è  la superbia del  sapere e il  farisaismo della vita  non  è possibile  riacquistare quella  “vista  spirituale”  che è  andata  perduta. ( Qui la  Madonna sembra  fare  riferimento al vangelo di domani, quarta  Domenica di Quaresima, che  parla  del  Cieco  nato). 

Nella seconda  parte  del  messaggio, dopo  averci portato a Cristo,  la  Madonna ci esorta, “come  unico popolo di Dio e in comunione con suo Figlio”, a “testimoniare la  Verità  con la  nostra vita”.

Orami le  parole  servono a  poco. Siamo in un tipo di società che  non vuole ascoltare né  Dio,  né  Cristo,  né  la  Chiesa.

Con coraggio  dobbiamo vivere  la  pienezza della Verità  rivelata,  senza timidezze e senza compromessi,  in  modo tale da “portare solo pace,  gioia e amore  a tutti i   nostri fratelli e sorelle”.

Vostro Padre Livio

Font. Il Blog di Padre Livio

(Visitata 42 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *