Notizie

La Montagna della Croce

IL KRIZEVAC

Il Krizevac è il monte più alto di Medjugorje (520 m sul livello del mare) sul quale, il 15 marzo 1934, a ricordo dei 1900 anni della morte di Gesù, i parrocchiani hanno costruito una croce di cemento armato alta 8.5 m. Vi hanno inciso le parole: “A Gesù, Redentore dell’umanità, in segno della nostra fede, del nostro amore e della nostra speranza, ed in memoria del 1900esimo anniversario della passione di Gesù”

All’incrocio delle braccia della croce sono state inserite delle reliquie della Croce di Gesù, ricevute per quest’occasione da Roma.

Da allora, si celebra ogni anno ai piedi di questa croce una Santa Messa nel giorno dell’Esaltazione della Croce, la prima domenica dopo la festa della Natività della Vergine Maria.

Secondo la testimonianza dei veggenti, nel messaggio del 30 agosto 1984, la Vergine ha detto: “Anche la Croce faceva parte del disegno di Dio quando voi l’avete costruita.”

È soltanto con l’inizio delle apparizioni della Gospa che si è iniziato a pregare la Via Crucis sul Krizevac. All’inizio, le stazioni sono state segnate da semplice croci in legno. Dal 1988, vi sono dei rilievi in bronzo (opera del Prof. Carmelo Puzzolo) che rappresentano la Via Crucis. La Vergine Maria si trova su ciascuno di essi, eccetto al giardino del Gethsémani.

Per i pellegrini, il Krizevac è un invito ad incontrare Gesù nella sua Passione e a scoprire il suo amore.

Il 24 novembre 2001, in occasione del primo anniversario della morte di padre Slavko Barbaric, un memoriale è stato posto sul luogo dove ha consegnato la sua anima nelle mani del Signore. Il rilievo di padre Slavko, in bronzo, incastonato nella pietra, tra due stazioni della Via Crucis, resterà come un segno ed una memoria dell’uomo che diceva ciò che pensava e che faceva ciò che diceva, al seguito del Vangelo e dei messaggi della Regina della Pace.

Per molti pellegrini, la via crucis sul Križevac è un invito ad incontrare Gesù nella sua Passione e a scoprire il suo amore. Quando si arriva alla cima del monte, dinanzi alla croce, si viene assorbiti dal silenzio. Molti pellegrini rimangono in un profondo silenzio a pregare in adorazione della Croce. Dice la Madonna, nell’ apparizione del 25 Marzo 1997: “Cari figli! Oggi vi invito in modo particolare a prendere tra le mani la Croce e a contemplare le piaghe di Gesù. Chiedete a Gesù di guarire le ferite che voi, cari figli, avete ricevuto nel corso della vita a causa dei vostri peccati o di quelli dei vostri genitori. Solo così capirete, cari figli, che al mondo è necessaria la guarigione della fede in Dio Creatore. Per mezzo della passione e della morte di Gesù in Croce comprenderete che solo con la preghiera potrete diventare anche voi veri apostoli della fede, vivendo, nella semplicità e nella preghiera, la fede che è un dono”.

Fonti:
Sito ufficiale della Parrocchia di Medjugorje
Medjugorje News

(Visitata 24 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *