• Omelie liturgiche

    Omelie liturgiche (91)

    Omelia: « Pasqua di Resurrezione: Egli doveva risuscitare dai morti » Omelia di Don Renzo Lavatori alla Stacciola il 4 aprile 2021 Dal Vangelo secondo Giovanni Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse…

  • Omelie liturgiche

    Omelie liturgiche (90)

    Omelia: « Veglia Pasquale: Gesù, il Crocifisso, è risorto » Omelia di Don Renzo Lavatori alla Stacciola il 3 aprile 2021 Dal Vangelo secondo Marco Passato il sabato, Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo e Salòme comprarono oli aromatici per andare a ungerlo. Di buon mattino, il primo giorno della settimana, vennero al sepolcro al levare del sole. Dicevano tra loro: «Chi ci farà rotolare via la pietra dall’ingresso del sepolcro?». Alzando lo sguardo, osservarono che la pietra era già stata fatta rotolare, benché fosse molto grande. Entrate nel sepolcro, videro un giovane, seduto sulla destra, vestito d’una veste bianca, ed ebbero paura. Ma egli disse loro: «Non abbiate…

  • Omelie liturgiche

    Omelie liturgiche (89)

    Omelia: « Dio ha mandato il Figlio perché il mondo si salvi per mezzo di lui » Don Renzo Lavatoripresso il Santuario della Vergine della RivelazioneRoma, 13 marzo 2021 Dal Vangelo secondo GiovanniIn quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo:«Come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna.Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi…

  • Omelie liturgiche

    Omelie liturgiche (88)

    Omelia: « Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere » Don Renzo Lavatoripresso il Santuario della Vergine della RivelazioneRoma, 6 marzo 2021 Dal Vangelo secondo GiovanniSi avvicinava la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete. Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori del tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!». I suoi discepoli si…

  • Omelie liturgiche

    Omelie liturgiche (87)

    Omelia: « Gesù tentato da satana » Don Renzo Lavatoripresso il Santuario della Vergine della RivelazioneRoma, 20 febbraio 2021 Dal Vangelo secondo MarcoIn quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano.Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».Parola del Signore

  • Omelie liturgiche

    Omelie liturgiche (86)

    Omelia: « Perché avete paura? Non avete ancora fede? » Don Renzo Lavatoripresso il Santuario della Vergine della RivelazioneRoma, 30 gennaio 2021 Dal Vangelo secondo MarcoIn quel medesimo giorno, venuta la sera, Gesù disse ai suoi discepoli: «Passiamo all’altra riva». E, congedata la folla, lo presero con sé, così com’era, nella barca. C’erano anche altre barche con lui.Ci fu una grande tempesta di vento e le onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena. Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: «Maestro, non t’importa che siamo perduti?».Si destò, minacciò il vento e disse al mare: «Taci, càlmati!». Il vento…