Messaggi del 25

Commento di Padre Livio di Radio Maria al messaggio a Marija del 25 maggio 2020

“Cari figli, pregate con Me per la vita nuova di tutti voi. Figlioli, nei vostri cuori sapete cosa deve cambiare: ritornate a Dio ed ai suoi Comandamenti affinché lo Spirito Santo possa cambiare le vostre vite ed il volto di questa terra, che ha bisogno del rinnovamento nello Spirito. Figlioli, siate preghiera per tutti coloro che non pregano, siate gioia per tutti coloro che non vedono una via d’uscita, siate portatori della luce nelle tenebre di questo tempo inquieto. Pregate e chiedete l’aiuto e la protezione dei Santi affinché anche voi possiate bramare il Cielo e le realtà celesti.  Io sono con voi e vi proteggo e vi benedico tutti con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.


Commento di Padre Livio di Radio Maria

Questo messaggio sicuramente va letto nella luce della Pentecoste, che celebriamo domenica prossima. 

Anche nel messaggio del 25 Aprile la Madonna ci ha invitati a pregare intimamente lo Spirito Santo, perché ci illumini, perché ci rafforzi, perché ci guidi. Lo Spirito Santo è il fuoco che rende i puri i cuori, è la fortezza, la forza che ci aiuta nella testimonianza.

Questo messaggio si divide in quattro parti

La prima parte riguarda la nostra conversione. 

La seconda parte riguarda il nostro apostolato, la nostra testimonianza. 

La terza parte riguarda un’apertura alla Chiesa del Cielo verso la quale dovremo guardare. 

Poi il saluto finale nel quale la Madonna afferma che è con noi e che ci protegge

Ci protegge non solo nei confronti del virus, ma anche nei confronti del demonio che “regna e desidera distruggere le vostre vite e il pianeta sul quale camminate”, come ha detto nel messaggio del 25 marzo. 

In questo messaggio la Madonna rovescia la situazione: come satana vuole distruggere le vostre vite, noi invece dobbiamo implorare lo Spirito Santo, perché cambi le nostre vite e rinnovi la faccia della terra

Quindi vedete come è ben disegnato il combattimento escatologico: da una parte satana con i suoi, dall’altra Cristo e la Chiesa del Cielo e della terra.

Questo combattimento spirituale vedrà la vittoria di Cristo sul demonio e vedrà trionfare il Cuore Immacolato di Maria

La Madonna inizia dicendo: “Cari figli”, noi siamo i Suoi “figli cari” e questo ci riempia di gioia e aggiunge: “pregate con Me”. 

Vuole che tutti noi ci uniamo alla sua intercessione. 

Poi più avanti chiama anche in causa i Santi perché possano intercedere per noi e possano unire la Chiesa pellegrina alla Chiesa che è in Cielo.

Pregate con Me per la vita nuova di tutti voi” e nel messaggio del 25 Giugno 2019 aveva detto: “io vi preparo per i tempi nuovi”. 

Qual è la vita nuova? È la vita della grazia, la vita in Dio, la vita dei cuori purificati, la vita delle persone risorte dal peccato. 

Poi la Madonna ci dice: “figlioli, nei vostri cuori sapete cosa deve cambiare”. Tutti noi abbiamo la coscienza, tutti sentiamo la voce di Dio ed è per questo che tutti saremo giudicati in base alla coscienza. 

Parliamo di una coscienza retta, non offuscata dal peccato e dai nostri comodi. 

Sapete che i modi con cui si manipola la coscienza sono infiniti. 

La voce della coscienza ci dice di fare il bene ed evitare il male.

Quando dentro di noi siamo inquieti, perché abbiamo fatto il male, è la voce di Dio che ci richiama paternamente a cambiare vita. 

Quando non vogliamo cambiare vita, cerchiamo di soffocare la coscienza e di metterla a tacere. La coscienza allora può diventare anche un tormento, se noi non la ascoltiamo.  E se si arriva al punto di soffocare tutto, allora vuol dire che veramente satana si è impadronito totalmente di noi e le tenebre ci hanno imprigionato nella loro oscurità.

Sappiamo cosa deve cambiare in noi, “ritornate a Dio ai suoi Comandamenti”. La Madonna fa riferimento ai Comandamenti, in particolare i primi tre che riguardano Dio, la fede in Dio, il primato di Dio, Dio al primo posto, e poi gli altri comandamentiil quarto che riguarda la famiglia, il quinto che riguarda il rispetto della vita dalla nascita alla morte, e tutte le forme di violenza con cui si attenta alla vita, il sesto cheè quello che vede il maggior numero di deviazioni e che oggi ha oltrepassato il limite della decenza.

Passiamo in rassegna i comandamenti uno per uno e sappiamo dove dobbiamo cambiare! 

Passiamo anche in rassegna i vizi capitali: la superbia, l’avarizia, la lussuria, l’ira, l’invidia, la gola, l’accidia, queste proliferazioni infinite del male che ribollono in noi. 

Con la Grazia dello Spirito Santo possiamo estirparle una ad una. 

Decidere vuol dire tagliare le radici del male

La Madonna appare da quasi 39 anni per richiamarci alla conversione, a cambiare vita, a rinunciare al peccato, rinunciare alle false gioie del mondo, rinunciare all’effimero, alle seduzioni, rinunciare a tutto ciò che satana ci offre e con questo ci uccide e ci distrugge, “affinché lo Spirito Santo possa cambiare le vostre vite e il volto di questa terra, che ha bisogno del rinnovamento nello Spirito”.  È la volontà che con la Grazia taglia le radici del male

Chiediamo allo Spirito Santo questa Grazia, perché da soli non ci convertiamo, da soli non siamo capaci di rinunciare al male.

Se seguiamo satana la nostra vita sarà distrutta e anche il pianeta su cui camminiamo verrà distrutto, se seguiamo lo Spirito Santo, la nostra vita rifiorirà, diventando vita nuova e cambierà il volto di questa terra. 

Nella seconda parte del messaggio, dopo averci indicato la via della conversione, la via della salvezza, con il cuore pieno di amore, ci manda in mezzo agli altri: “Figlioli, siate preghiera per tutti coloro che non pregano”, non puntiamo il dito su quelli che non pregano, preghiamo al loro posto, preghiamo per loro,   

siate gioia per tutti coloro che non vedono una via d’uscita”; per tutti quelli che si sono arresi al male, arresi alla sofferenza, arresi al nichilismo, cioè hanno detto sì alla vita che si dissolve con la morte, per tutti quelli che sono nelle tenebre, che sono anime malate, come zombi che vagano qua e là, senza sapete da dove vengono e dove vanno, che sono vittime del demonio, del principe delle tenebre, che li ha sedotti, “siate portatori della luce nelle tenebre di questo tempo inquieto”. 

La via d’uscita è Cristo risorto, la via d’uscita dalla morte alla vita.

A mio parere il termine: “tempo inquieto” sarebbe meglio tradurlo in “tempo turbolento”, oppure “tempo senza pace”. Il termine “inquieto” in italiano può avere anche un significato positivo, l’inquietudine spirituale può essere positiva. 

In questo “tempo turbolento” in cui le persone percorrono il labirinto delle tenebre all’infinito, noi portiamo la luce di Cristo, la luce della verità, “siate preghiera, siate gioia, siate portatori della luce, siate voi stessi luminosi”.  Anche con la mascherina, la gioia si vede negli occhi, e, in certe occasioni, si vede nel sorriso, nella gentilezza, nel tratto. 

Nella terza parte del messaggio la Madonna ci richiama all’Eternità,  Lei scende su questa terra tutti i giorni e ci testimonia l’esistenza del Cielo: “Pregate e chiedete l’aiuto e la protezione dei Santi affinché anche voi possiate bramare il Cielo e le realtà celesti”.

La nostra vita sulla terra è un pellegrinaggio, siamo di passaggio, la morte è una porta dalla quale si esce dal labirinto del tempo e si entra nell’Eternità. 

La Madonna, in modo meraviglioso, ci apre alla Chiesa del Cielo, alla Chiesa dei  Santi. Come loro hanno fatto in vita, così anche noi dobbiamo bramare, cioè avere fame e sete delle realtà celesti. 

Quando prego il Rosario, il Rosario tutto intero, che è come una sinfonia d’amore che inizia con l’Annunciazione e finisce con la glorificazione della Madonna, Regina del Cielo e della terra, quando arrivo all’ultimo mistero glorioso, dico alla Madonna: “senti, io ti chiedo, al momento della mia morte, di venirmi a prendere, perché andare subito davanti al Signore ho un po’ paura, sono un poveretto indegno, vieni tu a prendermi, ricoprimi della tua santità, come hai detto in un messaggio, e presentami a Gesù”.

Faccio questo invito anche a voi, in modo da vincere la paura della morte.

In Cielo c’è il giudizio di Dio, per i credenti che Lo amano è un abbraccio, “venite benedetti nel Regno del Padre mio”, non giudice, ma Salvatore, ma per quelli che fino alla fine hanno opposto un no duro e pieno di odio e rancore verso Dio, per quelli ci sarà il giudizio di Dio. 

Nella quarta parte del messaggio la Madonna ci assicura che è con noi, che non siamo soli, che non dobbiamo aver paura: “Io sono con voi e vi proteggo e vi benedico tutti con la mia benedizione materna”.

Non solo dice che è con noi e ci benedice, ma aggiunge: “vi proteggo”. 

Ci protegge da tutto, dalle tentazioni, dalle seduzioni, dai pericoli per l’anima, ci protegge dal tentativo di satana di distruggerci, di distruggere il nostro pianeta, Lei ci protegge, Lei ci aiuta

Questo è il tempo di Maria, il tempo della sua vittoria, stiamo con Lei, ascoltiamoLa, Lei è la nostra condottiera, la nostra Madre, è Colei che, per incarico di suo Figlio, trionferà e schiaccerà la testa al serpente infernale. 

Voglio salvare tutte le anime e presentarle a Dio”, ha detto nel 1991, quando satana voleva distruggere il pianeta, la natura e la nostra vita, in quell’occasione la Madonna chiese 9 giorni di digiuno e preghiera.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata. Noi siamo grati alla Madonna, perché ha ottenuto da Dio di stare con noi fino a quando il suo Cuore Immacolato avrà trionfato

Che grazia avere la Madre con noi, con la sua presenza, la sua preghiera, i suoi messaggi. 

E intanto preghiamo con Lei per questi mesi di maggio-giugno, perché ci conceda la grazia di essere liberati da questo maleficio satanico.

Cerchiamo di farLa felice cambiando la nostra vita e ascoltando le sue parole.

“ Trascrizione dall’originale audio ricavata dal sito: www.medjugorjeliguria.it

(Visitata 61 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *