Messaggi del 25

La veggente Marija Pavlovic Lunetti in diretta con P. Livio a Radio Maria per il Messaggio del 25 ottobre 2020

”Cari figli! In questo tempo vi chiamo a ritornare a Dio ed alla preghiera. Invocate tutti i santi in vostro aiuto affinché essi vi siano d’esempio e d’aiuto. Satana è forte e lotta per attirare a sé quanti più cuori possibile. Vuole la guerra e l’odio. Perciò sono con voi così a lungo per guidarvi sulla via della salvezza, a Colui che è via, verità e vita. Figlioli, ritornate all’amore verso Dio e Lui sarà la vostra forza ed il vostro rifugio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”


P. Livio: Come puoi descrivere la Madonna che hai visto nell’apparizione di questa sera?

Marija: Bellissima! Quei cinque o dieci minuti in cui appare la Madonna suscitano il desiderio di andare in Paradiso. Si parlava che adesso con questo covid c’è la possibilità di andarci prima del tempo. Io dico che sarà secondo la volontà di Dio. Nel nostro cuore, influenzato dalla presenza della Madonna, c’è questo desiderio di Paradiso. Possiamo ottenere questo desiderio del Paradiso se preghiamo sempre di più. Questa sera ci dice: “Invocate tutti i santi in vostro soccorso affinché essi vi siano di esempio e di aiuto”. Pensando a questo momento e che anche in passato ci sono state tante malattie ed epidemie, vediamo che la Madonna è venuta in nostro aiuto. Viviamo questo bellissimo tempo dei santi e dei morti, cui la Madonna ci ha richiamato per ricordarci le cose del Cielo e quanti ci hanno preceduto con l’esempio della loro vita. Nei giorni scorsi abbiamo avuto la bellissima notizia del giovane Carlo Acutis, che è stato beatificato. Siamo chiamati tutti alla santità e con la nostra vita ad essere di esempio per gli altri e avvicinarli a Dio, alla Chiesa, ai Sacramenti…

P. Livio: Alcuni si chiedono perché la Madonna non ci parla mai della pandemia. Forse vuol farci capire che la vera pandemia più pericolosa per noi è quella spirituale.

Marija: Esattamente. La Madonna ci dice: “Per questo sono con voi così a lungo per guidarvi sulla via della salvezza, a Colui che è via, verità e vita”. La pandemia più grande è quella dell’anima: vedere un cuore senza speranza, vedere la tristezza in tanti cuori che non hanno Dio, la rabbia, il vuoto di chi è senza Dio. Tante volte mettiamo la fiducia nel denaro, nelle cose materiali, ma poi alla fine, se non abbiamo Dio, cosa è la vita? Tante persone venute a Medjugorje mi hanno detto: “Prima ero attaccato alle cose materiali, ma ora sono attaccato a Dio, ai Sacramenti, alla preghiera, trovando la serenità. Prima per dormire dovevo prendere le pillole, mentre adesso mi addormento come un angioletto pregando”.

P. Livio: Il primo novembre si invocano tutti i Santi. Tu prediligi qualche santo in particolare?

Marija: Certo, ne ho una sfilza. Tante volte mi prendono in giro, anche i miei figli, perché io ogni giorno ricordo un santo… Soprattutto quando sono a Medjugorje… vado sulla tomba di Padre Slavko, che non è ufficialmente santo, ma per me è santo perché la Madonna il giorno dopo la sua morte ha detto: “Vostro fratello Slavko è nato in Cielo”. Gli dico: “Padre Slavko, cosa stai facendo su? Dai, intercedi, prega per noi!”. E gli riferisco le confidenze di tante persone. Mi ricordo di una signora latino americana arrivata con un’amica. Era disperata perché le era morto il marito improvvisamente. E’ andata sulla Collina delle apparizioni, ma era confusa, fissata sul marito morto, non si dava pace. Ad un tratto, rimasta sola, ha detto che ha incontrato un frate che le ha dato dei consigli e le ha detto che doveva andare a confessarsi alla chiesa. Lei è andata, si è confessata e poi su un libro ha visto la foto di Padre Slavko e ha detto che quello era il frate che aveva incontrato. L’amica le ha detto che quel frate era morto, ma lei sicura ripeteva: “Io sulla Collina ho incontrato lui!”… Qualche signora mi ha detto: “Mio marito è morto, ma io lo sento vicino e gli parlo, lo prego, gli chiedo, gli racconto dei figli…” Questo è bello. L’unione dei santi. Ad esempio io a volte parlo con Don Bosco. Anche lui era un veggente. Ho letto che diceva che c’era la presenza della Madonna in mezzo a loro, ai suoi giovani. Aveva apparizioni straordinarie, aveva le locuzioni, tanti sogni… Don Bosco era un uomo santo, saggio, ma anche furbo e coraggioso. Tante volte la sua vita fu in pericolo. Lui ha passato tante cose che anche noi passiamo. Per esempio, durante la persecuzione comunista, al mattino noi non sapevamo se saremmo arrivati a sera ancora vivi. A volte dicono di noi delle cose o ci mettono nella nostra bocca cose che non abbiamo mai detto, che nemmeno pensiamo. Anche adesso su internet hanno messo una mia foto e cose che avrei scritto io, mentre io non uso internet. Il diavolo sa infilarsi dentro le piccole fessure e fare tanto danno. Noi dobbiamo essere sempre più vicini ai santi e chiedere la loro intercessione. La Madonna in un messaggio ha detto: “Leggete la vita dei santi e imitateli”… Quanti santi! … Sant’Antonio, Santa Chiara, San Francesco d’Assisi … La parrocchia di Medjugorje è una parrocchia francescana. Mia nonna era terziaria francescana. Quando vado ad Assisi, al mattino presto mi reco dalle suore clarisse. Vado spesso dalle suore di qualsiasi ordine, specialmente quelle di clausura. Una volta con Padre Slavko eravamo in America Latina e siamo andati alle 5 di mattina a visitare le suore di clausura, perché diceva che loro mai potranno andare a Medjugorje. E’ bellissimo vedere nelle clausure tante piccole ma grandi sante che pregano, si sacrificano, digiunano …

P. Livio: Quando sei andata in Paradiso hai visto i Santi?

Marija: Noi non abbiamo riconosciuto i Santi, perché sono tutti uguali… Ho detto a Vicka che se io fossi andata fisicamente in Paradiso come lei, non sarei tornata, mi sarei attaccata da qualche parte. Invece la Madonna ha detto a loro (Vicka e Jakov) che devono testimoniare. Io invece ho visto il Paradiso, il purgatorio e l’inferno come guardare dalla finestra… A Medjugorje la Madonna, attraverso di noi, dei giovani e delle famiglie della parrocchia, ha cominciato tantissimi gruppi di preghiera che sono sparsi in tutto il mondo, nati con Medjugorje. Ma il primo gruppo che ha chiesto la Madonna è per la santificazione della famiglia. Ha chiesto alle famiglie di fare un piccolo altare dove pregare insieme. Io dico che questa è stata una rivoluzione, perché non c’era più la preghiera familiare in un mondo invaso dal materialismo, consumismo, ateismo. La Madonna ha voluto proteggere il nucleo familiare. Ricordo la bellissima esperienza della mia famiglia d’origine, che adesso trasmetto ai miei figli e spero che loro lo faranno con i loro figli. C’è un rapporto personale con Dio, ma anche un rapporto con Dio della famiglia come comunità… Ricordo che la mia mamma diceva che la sua ricchezza più grande erano i suoi sei figli. Invece oggi non è considerata normale una donna che ha quattro figli come me…

P. Livio: Con questo covid c’è il panico, tutti hanno paura di morire di covid. Tu hai paura della morte?

Marija: Prima o poi dobbiamo morire… La cosa più grave del coronavirus è proprio questo panico, anche perché tante famiglie tengono la televisione sempre accesa. Io dico: spegniamo la televisione e cominciamo a pregare e così non avremo più paura. Certo vediamo i danni dell’economia, tanti che perdono il lavoro. La situazione non è bella. Ricordo che tanti anni fa, quando c’era il comunismo, il papà di Vicka lavorava in Germania e la mamma diceva: “Se Vicka continuerà a dire che le appare la Madonna, porteranno via il passaporto del papà, non avrà più il lavoro e moriremo tutti di fame”. Sicuramente c’era la paura per il futuro, ma ci si metteva a pregare, a credere e a dire: “Signore, tu vedi e provvedi!”. Io penso a quanto ci ha detto la Madonna: “Satana è forte e lotta per attirare a sé quanti più cuori possibile. Vuole la guerra e l’odio”. Avremo le tentazioni. Per questo noi oggi dobbiamo essere cristiani tutti d’un pezzo, cristiani che pregano, che amano, che condividono. Invece anche oggi in chiesa stavamo distanti tra noi, con la paura anche di sorridere, a parte che con la mascherina non si vede il sorriso. Io dico che viene dal diavolo questa paura. Anche nel passato abbiamo avuto delle pandemie, ma mai c’è stata una situazione così gonfiata, perché ci stanno trasmettendo questa paura non reale. Ho incontrato tante persone che sono state colpite dal covid e sono guarite. Non hanno conseguenze.
Sì, ci sono anche i morti, anche perché spesso hanno varie complicazioni… Ma tanti si ammalano spiritualmente e psichicamente. Oggi si va dalla psicologo, tante medicine. Una volta ci si andava invece a confessare, si andava dalle suore di clausura per chiedere consiglio, si cercava di vivere in grazia di Dio, ci si abbandonava alla sua volontà… Dobbiamo pensare che la vita su questa terra è un passaggio e che la nostra Patria è il Cielo. Se pensiamo che dobbiamo vivere per sempre su questa terra, ci prende il panico, la paura, avremo incubi. Se invece confidiamo in Dio e preghiamo, Lui ci dà la gioia, la pace, la serenità e anche tutto ciò di cui abbiamo bisogno… Ricordo quando ho avuto l’apparizione straordinaria la sera del 1° gennaio 2001 sul Podbrdo e ci disse: “Cari figli miei, questa sera in modo speciale vi ho voluti qua. Specialmente adesso che satana è libero dalle catene, vi invito a consacrarvi al mio Cuore Immacolato e al Cuore di mio Figlio Gesù. In modo speciale adesso, cari figli miei, vi invito ad essermi vicino con le vostre preghiere. Vi benedico con la mia benedizione materna”. Io ero scioccata. In pratica Lei ci disse: “Se avete paura, mettetevi sotto la protezione di mio Figlio e del mio Cuore Immacolato”. Dipende da noi. Dio ci ha dato la libertà. La bellezza della nostra fede è questa: non siamo schiavi, ma liberi… Non so cosa succederà nel futuro, ma so che la Madonna ha detto: “Con la preghiera e il digiuno si possono fermare la guerra e sospendere le leggi della natura”. (21.7.1982 e ripetuto il 25.4.1992)…

<<< >>>

Marija e Padre Livio hanno quindi pregato il “Magnificat” ed il Gloria

… e Padre Livio ha concluso con la benedizione.

Marija e P. Livio

Fonte: Medjugorje oggi

(Visitata 44 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *