Il senso dell’esistenza umana alla luce della divina sapienza

Il senso dell’esistenza umana alla luce della divina sapienza (7)

Catechesi: « L’arroganza degli empi davanti ai deboli e poveri »

« Il senso dell’esistenza umana alla luce della divina sapienza » :
« L’arroganza degli empi davanti ai deboli e poveri » (Sap 2, 7-13)

7a Catechesi di don Renzo Lavatori a Radio Maria

I. LA SAPIENZA E IL DESTINO UMANO
Cercare Dio e fuggire il peccato

[7]Inebriamoci di vino squisito e di profumi,
non lasciamoci sfuggire il fiore della primavera,
[8]coroniamoci di boccioli di rose prima che avvizziscano;
[9]nessuno di noi manchi alla nostra intemperanza.
Lasciamo dovunque i segni della nostra gioia
perché questo ci spetta, questa è la nostra parte.
[10]Spadroneggiamo sul giusto povero,
non risparmiamo le vedove,
nessun riguardo per la canizie ricca d’anni del vecchio.
[11]La nostra forza sia regola della giustizia,
perché la debolezza risulta inutile.
[12]Tendiamo insidie al giusto, perché ci è di imbarazzo
ed è contrario alle nostre azioni;
ci rimprovera le trasgressioni della legge
e ci rinfaccia le mancanze
contro l’educazione da noi ricevuta.
[13]Proclama di possedere la conoscenza di Dio
e si dichiara figlio del Signore.

Fonte: registrazione di RADIO MARIA

(Visitata 17 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *