Omelie

Omelia della santa Messa Medjugorje, 27 giugno 2019

Omelia della santa Messa – Medjugorje, 27 giugno 2019

Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: 
«Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. In quel giorno molti mi diranno: “Signore, Signore, non abbiamo forse profetato nel tuo nome? E nel tuo nome non abbiamo forse scacciato demòni? E nel tuo nome non abbiamo forse compiuto molti prodigi?”. Ma allora io dichiarerò loro: “Non vi ho mai conosciuti. Allontanatevi da me, voi che operate l’iniquità!”.
Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia. Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande».
Quando Gesù ebbe terminato questi discorsi, le folle erano stupite del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come i loro scribi.
Parola del Signore.

“Non entrerà nel Regno dei Cieli chiunque Mi dice ‘Signore, Signore’, ma colui che fa la volontà del Padre Mio”.
Tutto il nostro credo si fonda sul Vangelo. Sulla nostra fede si fonda la nostra vita. 

Oggi ci poniamo una domanda fondamentale. La Parola di Dio ha effetto in noi? Siamo diventati ascoltatori oppure coloro che La vivono? 
Abbiamo sentito che il Signore non è contento della fede che si professa solamente con le belle parole. Come conferma della nostra fede chiede a noi la vita coerente. La fede che non è confermata dalle opere è debole. Un uomo si può dire credente se vive la Parola di Dio nella propria vita. 

“Chiunque ascolta le Mie Parole e le vive sarà come un uomo saggio che costruisce la sua casa sulla roccia”.
La nostra casa è costruita sulla roccia quando, grazie alla fede, possediamo ampi orizzonti.
Cari fratelli e sorelle, senza la fede l’uomo rimane limitato a questo mondo. Nei limiti dello spazio l’uomo cerca di risolvere i propri problemi e quello più grande: qual’è il senso della vita umana? Mentre l’uomo di fede vede il Volto del Creatore in tutto ciò che lo circonda. Abbiamo gli occhi della fede per vedere il Signore e viverLo. Tutto segue il Suo progetto di Provvidenza. Ogni uomo è scritto nel Suo Cuore e sul Palmo della Sua Mano. 

Lo scopo di ogni uomo è rispondere con più fedeltà possibile ai progetti di Dio, glorificando così il Creatore. 
L’uomo non è un’isola, ma è membro del popolo di Dio. La santità e il peccato si riflettono sul volto della Chiesa. Tale volto sarà senza ruga e macchia se ogni membro della Chiesa sarà santo. Se gli uomini non sono più l’Immagine del Dio vivente anche la Chiesa non sarà più riconoscibile a causa del peccato. 
Ha costruito sulla roccia la casa della sua vita colui che non ha nemmeno un momento della vita che non sia illuminato dalla fede. Un tale cristiano non agisce soltanto a casa sua o nella Chiesa; egli desidera essere sale della terra e luce nel mondo. Questo mondo ha bisogno di bontà, santità, onestà. 
L’opera di un tale cristiano diventa un’autentica liturgia. Nella sua opera continua l’azione creativa di Dio. Ogni uomo così può contribuire alla bontà di questo mondo. In tal modo possiamo attendere “cieli nuovi e una nuova terra”. 

Cari fratelli e sorelle, come viviamo noi il discorso di Gesù? 
In Cristo ci è stato dato il modello di vita. Lui stesso ha detto: “Vi ho dato l’esempio, perchè voi facciate ciò che ho fatto a voi”. 
La Parola di Gesù non è una teoria vuota. Questa Parola penetra profondamente nella vita di ciascuno di noi. Da questo dipende anche la nostra vita eterna. 
Se la Parola di Dio parla a me come posso chiudere le orecchie al messaggio collegato al mio presente e alla mia vita eterna? 
Il messaggio di Dio è impegnativo. E’ inutile ripetere “Signore, Signore”. Gesù dice: “Nel Regno dei Cieli entrerà chi fa la Volontà del Padre Mio”. 
Gesù è stato obbediente al Padre Celeste fino alla morte in croce. 
Non c’è altra via. Anche oggi risuona la Parola di Dio che ha percorso i secoli fino ad oggi: “Oggi vi offro la benedizione e la maledizione. Benedizione se ascoltate i Comandamenti e la maledizione se non li osserverete”. La Parola di Dio è tanto esigente e di ciò ne siamo responsabili. E’ possibile che Dio non ci riconosca se nella vita non abbiamo vissuto tutto secondo Dio. 
Ci inganniamo se pensiamo che basti essere battezzati, appartenere alla Chiesa per essere salvati. Chi non avrà confermato con le opere il suo credo al momento dell’incontro col Signore,anche se battezzato, sentirà le Parole dure: “Non vi conosco!” Il loro posto sarà preso da coloro che lo meriteranno. 

Gesù ci insegna le Beatitudini che sono ciò che ci fa ritornare a Dio. A Dio non si arriva con l’alcol e la droga. 
La felicità della nostra anima è nei valori veri. Il nostro impegno non è piacere al mondo , ma a Dio. I santi e i beati sono la nostra esortazione e i nostri modelli. 
La vera felicità e benedizione non è nelle nostre aspettative, ma nel ritorno a Dio. Tale ritorno spesso passa attraverso le lacrime e porta alla vita e alla felicità. 
“Gioisca il cuore di coloro che cercano il Signore”. Dio chiama ogni uomo e lo invita a vivere la felicità anche se questo Lo rifiuta. 

L’uomo deve cercare Dio con sincerità. Il desiderio di Dio è scritto nel cuore umano. Egli è creato da Dio e per Dio. 
Per la felicità e la beatitudine abbiamo bisogno di benedizioni. Per averle bisogna avere un cuore puro e una coscienza tranquilla. Mettere in sintonia il nostro cuore con la Volontà di Dio è molto importante. Lodare Dio col cuore puro porta alla felicità. Questo significa vivere secondo la Volontà di Dio unendo la fede alle opere nella nostra vita.

Amen.

Fonte:  (Registrazione di Flavio Deagostini)
(Trascrizione: A. Bianco)

(Visitata 3 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *