Omelie

Omelia della Santa Messa – Medjugorje, 10 settembre 2019



Dal Vangelo secondo Luca
In quei giorni, Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratello; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso; Giacomo, figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iscariota, che divenne il traditore.
Disceso con loro, si fermò in un luogo pianeggiante. C’era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne, che erano venuti per ascoltarlo ed essere guariti dalle loro malattie; anche quelli che erano tormentati da spiriti impuri venivano guariti. Tutta la folla cercava di toccarlo, perché da lui usciva una forza che guariva tutti.
Parola del Signore.


Fratelli e sorelle, il Figlio di Dio oggi sceglie i Suoi apostoli, coloro che manderà in tutto il mondo per portare la Buona Novella.

Sappiamo dai Vangeli che tutti gli eventi avvenivano dopo che Gesù si era ritirato in preghiera per stare assieme al Padre Celeste e allo Spirito Santo. La preghiera era per Lui riposo e dialogo con Dio.
Aveva bisogno di ciò. Gesù deve scegliere e non vuole farlo da solo. Porta la Sua Missione davanti al Padre e con Lui condivide tutto. Dopo la preghiera Gesù opera. Ha bisogno del Padre, indipendentemente dal fatto che Lui Stesso è Dio.
Oggi Gesù ci insegna che anche noi dobbiamo avere Dio per Padre e che abbiamo bisogno dello Spirito Santo, Amore del Padre e del Figlio.

Fratelli e sorelle, con la Sua preghiera Gesù ci mostra cosa dobbiamo fare quando siamo nella tenebra della nostra vita e davanti alle scelte.
Cos’è la preghiera? E’ la supplica dell’anima. Ma non possiamo farla da soli. Abbiamo bisogno di Colui che ci ha creati dall’Amore. Abbiamo bisogno del Suo Santo Spirito e del Suo aiuto.
Gli uomini hanno bisogno della forza che viene dall’alto, dell’Amore e della Presenza del Signore.
Ma non tutti la cercano. Tutti abbiamo stati d’animo difficili o angosce, ma alcuni non pregano. Queste persone hanno una malattia, ma non cercano la vera medicina. Quante anime ferite di questo mondo bussano alla porta sbagliata, camminano cercando l’amore nei posti sbagliati. Maghi e psicologi portano tante anime alla perdizione.

L’uomo moderno, nella sua vulnerabilità, spesso segue solo i propri sentimenti, dimenticando che essi non sono la misura per la verità. La misura per la verità sono i fatti. Così la malattia dell’anima rimane.
L’unica medicina per la nostra malattia è Gesù Cristo, unico Salvatore del mondo. Altro salvatore non esiste.
Anche oggi Gesù chiama ciascuno per nome come ha fatto con gli apostoli, ma l’offerta di questo mondo crea un grande chiasso e tanti non sentono il Signore.
E cosa può accadere a coloro che rispondono? Ciò che è avvenuto in tutta la storia della Chiesa e che avviene anche nel Vangelo di oggi. Tanti che sono venuti ad ascoltare la Parola di Dio sono guariti.
Cosa ha cambiato gli uomini in questi secoli e li cambia ancora oggi? La Presenza di Gesù, la Sua Verità e il Suo Amore immenso.

La Parola di Dio dice: “La potenza usciva da Lui”. Questo è l’Amore divino che scende anche oggi sulla terra e Si riversa dove Dio è lodato ed adorato.
Questo Amore dello Spirito Santo scende oggi per mezzo della preghiera personale e collettiva. Così Gesù Cristo porta all’uomo la pienezza della Verità e dell’Amore.
Gesù è il Buon Samaritano. E’ Colui che ha preso l’olio e il vino per curare le ferite dell’uomo. Questo è Amore ed è proprio ciò che Gesù vuole dare a tutti coloro che Lo cercano. E’ ciò che toglie i pesi dalla nostra anima.

Fratelli e sorelle, tanti testimoniano di aver cambiato vita dopo un ritiro spirituale, dopo essere venuti qui a Medjugorje o essere andati in qualche altro luogo di pellegrinaggio. Anche oggi le persone si convertono, ma non tutte. Si convertono coloro che si mettono in ginocchio con tutto il cuore e vogliono la Verità. Cambiano coloro che con tutto il cuore cercano e supplicano il Signore per appartenere a Lui. Avviene un totale cambiamento.

Il Vangelo dice che c’erano tante persone vicino a Gesù che guarivano. Anche quelli che avevano gli spiriti impuri, perchè questi devono fuggire alla Presenza del Signore e per la forza dello Spirito Santo.
Tante volte ho visto di persona che il Signore scuote le persone e le libera, perchè il Signore è più forte.
Fratelli e sorelle, gli spiriti impuri hanno paura dei luoghi e delle persone sante. Non sopportano l’Amore di Dio e per questo cercano con tutte le forze di distruggere le famiglie, così da vivere il peccato ed essere annientata.

Come 2000 anni fa Gesù si ferma ed invita; invita dove la Sua Parola è predicata in maniera sincera, in modo che il Salvatore possa entrare nella vita delle persone. Dio è sempre lo Stesso e porta la libertà.
Gesù porta a noi uomini la liberazione e la guarigione, perchè senza di Lui tutti noi siamo malati e persi. Dio è pieno di Amore e compassione per l’uomo e dona la Misericordia a coloro che si avvicinano a Lui col cuore aperto e cercano la grazia.

Noi cristiani dobbiamo seguire l’esempio di Gesù Cristo. Egli era in ginocchio, pregava, digiunava. Perciò, fratelli e sorelle, dobbiamo inginocchiarci, dobbiamo fare penitenza, digiunare, perchè non esiste altra via che l’Amore di Dio.
Gesù Cristo è Via, Verità e Vita. Gesù da la forza ad ogni persona e ad ogni popolo che vive la propria esistenza amando Dio, glorificando Dio, amando il prossimo e rispettando i Suoi Comandamenti.

E noi? Noi abbiamo bisogno della forza dall’alto, perchè questo mondo è sotto il potere del maligno. Senza la forza che viene dalla Santissima Trinità siamo deboli nella lotta.
Ma Dio ci ama e ci fa sempre rialzare dalla disperazione se ci rivolgiamo a Lui.
Perciò, fratelli e sorelle, lottiamo per ricevere la grazia e la Verità e quando l’abbiamo ricevuta portiamola a tutti coloro che ne hanno bisogno in questo mondo.

Amen.

Fonte:  (Registrazione di Flavio Deagostini)
(Trascrizione a cura di A. Bianco)

(Visitata 12 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *