Omelie

Omelia della santa Messa – Medjugorje, 21 agosto 2020


Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».
Gli rispose: «”Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».
Parola del Signore.


Cari fratelli e sorelle, ogni giorno ci raduniamo con gioia alla mensa Eucaristica, per essere incoraggiati dalla Parola di Dio, per nutrirci dei Suoi misteri.
La Parola di Dio è sempre un incoraggiamento e un’esortazione.

Gesù è venuto su questa terra per liberare noi uomini, per incoraggiarci e guidarci verso la salvezza, ma senza opprimerci. Ci ha insegnato la via giusta per la vita eterna.
La Parola annunciata oggi è stata per noi un grande incoraggiamento, perchè ci ha mostrato che non è difficile vivere tutto ciò che Dio chiede a noi. Egli chiede una cosa sola, quella che vale di più: l’Amore.
Sappiamo che gli ebrei avevano tanti Comandamenti che dovevano vivere. C’erano più di 600 precetti. Sicuramente questo metteva confusione tra gli ebrei del tempo. Erano pressati da tutte queste regole. Pensavano: “Posso fare questo? Posso fare quell’altro? Che giorno è oggi?”
Gesù fa qualcosa di magnifico. Egli libera gli uomini da un tale peso. Egli riassume tutta la legge e tutti i profeti in due Comandamenti d’Amore verso Dio e verso il prossimo.
Gesù desidera dire semplicemente che per Amore possono nascere le opere buone e nell’Amore nasce la vera fede. Sicuramente la fede senza Amore non può esistere. La fede senza Amore sarebbe fredda e non muoverebbe nessuno.

Molti, fratelli e sorelle, nella storia della Chiesa hanno portato come esempio le Parole di Gesù quando mette davanti a tutte le leggi l’Amore verso Dio e verso il prossimo. E’ impossibile amare Dio e il prossimo e non compiere le leggi di Dio. Tutte le leggi di Dio sono fatte per Amore verso l’uomo.
Se pensiamo ad una persona che amiamo ci accorgiamo che nulla è difficile da fare per lei. Credo che siate d’accordo con me. Non è un problema fare tanti chilometri per quella persona o fare qualche sforzo per lei, perchè l’Amore ci muove.
Così capita anche nel nostro rapporto con Dio. Se veramente amiamo Dio non sarà un problema fare qualsiasi cosa. Nessun Comandamento di Dio sarà per noi un peso. Non vedremo quale precetto vivere e quale no, perchè faremo tutto per Amore verso Dio.
Se questo Amore ci muove tutti i Comandamenti saranno facili. Il nostro Amore verso Dio in questo modo si potrà realizzare in pieno.

Gesù, con questa Sua affermazione, non ha cancellato la legge e i profeti. Lui ci ha dato un senso più profondo nel vivere questi Comandamenti. Questo è l’Amore. Senza Amore non c’è vita.
L’esempio di questo è la visione che ha avuto Ezechiele nella prima lettura. Egli profetizza alle ossa morte. Queste si ricompongono. La carne e i nervi le ricoprono. Si ricompongono i corpi, ma manca qualcosa: non hanno lo spirito.
Se facciamo il parallelo con la nostra vita cristiana e con uno sguardo sulla Santissima Trinità vediamo che la Terza Persona è l’Amore tra il Padre e il Figlio. Questo Amore muove tutto il nostro mondo e in Esso tutto è stato creato. Anche noi siamo stati creati in questo Amore.

Fratelli e sorelle, non dobbiamo assomigliare a questo esercito composto da uomini con ossa e carne, ma senza spirito. Dobbiamo essere pieni dello Spirito di Dio, dell’Amore di Dio. Ma non dobbiamo ingannarci.
I cristiani di oggi non prendono sul serio lo Spirito Santo. Non dobbiamo ingannarci: lo Spirito Santo è l’Amore.
Gesù dice che bisogna amare Dio e amare il nostro prossimo. Se veramente vogliamo lo Spirito Santo nella nostra vita e che discenda su ciascuno di noi lo dobbiamo pregare di insegnarci ad amare gli altri nel Suo Amore.
Questa è la vera discesa dello Spirito Santo. Questo è il vero rinnovamento nello Spirito Santo: amare Dio e da questo Amore amare il proprio prossimo.
Questo è l’insegnamento con cui Gesù desidera liberarci dai nostri precetti e dalle nostre decisioni. Egli desidera che noi ci ispiriamo al Suo Amore e viviamo di Esso.

In questa santa Messa preghiamo per il nostro santo padre Francesco, affinchè possa guidare questa Chiesa nell’Amore di Dio invitando i fedeli all’Amore reciproco. Con le nostre opere potremo mostrare l’Amore di Dio al nostro prossimo.
Il Signore ci aiuti ad avere sempre lo Spirito Santo per incontrare gli altri nell’Amore.

Amen.

fra Zvonimir Pavičić

Fonte:  (Registrazione di Flavio Deagostini)
(Trascrizione a cura di A. Bianco)

(Visitata 7 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *