Omelie

Omelia della santa Messa – Medjugorje, 15 settembre 2020


Dal Vangelo secondo Luca
Il padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui. Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: «Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l’anima».C’era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuèle, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto col marito sette anni dal tempo in cui era ragazza, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme.Quando ebbero tutto compiuto secondo la legge del Signore, fecero ritorno in Galilea, alla loro città di Nazaret. Il bambino cresceva e si fortificava, pieno di sapienza, e la grazia di Dio era sopra di lui.
Parola del Signore


Cari fratelli e sorelle, celebriamo la festa della Madonna Addolorata, la Madonna dei 7 dolori. Si tratta di 7 eventi tristi avvenuti durante la Sua Vita. 
La Vita di Gesù e della Madonna sono sempre strettamente legate: dalla nascita di Gesù fino alla fine della Sua Vita. Il primo dolore della Madonna è quando Simeone ha profetizzato che una spada avrebbe trafitto la Sua Anima, come abbiamo appena sentito. Il secondo è quando Maria e Giuseppe, con il piccolo Gesù, sono dovuti fuggire in Egitto per evitare la strage prescritta da Erode. Il terzo dolore è quando Gesù, ragazzo di 12 anni, si è perso nel tempio di Gerusalemme mentre la Sua Famiglia era in pellegrinaggio. Il quarto è quando Maria ha incontrato Suo Figlio durante la via crucis. Il quinto dolore è quando Maria ha dovuto assistere alla crocifissione di Gesù.Il sesto è quando Le è stato deposto in Grembo il Figlio morto.Il settimo è quando ha assistito alla deposizione di Suo Figlio nel sepolcro. 
Fratelli e sorelle, ogni evento della Vita di Gesù per noi è importante. E’ una fonte di grazia, di speranza, di incoraggiamento, di insegnamento per noi uomini e credenti. Allo stesso modo ogni evento della Vita della Madonna ha un grande valore per la Chiesa e la vita dei credenti. Oggi ci ricordiamo di Lei sofferente. Il legame della Vita di Gesù e di Maria è così forte da non poter essere superato da nessun altro tipo di legame sulla terra. L’unico chè più forte in cielo è quello che si trova nella Santissima Trinità. Lei è legata Corpo e Anima con Suo Figlio. E’ legata misticamente ad ogni evento della Vita di Gesù. La Madonna è presente all’annuncio dell’angelo, durante il viaggio a Betlemme, alla nascita di Gesù, durante la fuga in Egitto. Non si parla tanto di Lei, perchè gli evangelisti non hanno scritto tanto a Suo riguardo. Al tempio era presente quando Gesù Si è perso. Era presente durante lo sviluppo del Figlio. La Vita nascosta di Gesù è avvenuta alla Presenza di Maria e Giuseppe. Anche a Cana di Galilea, durante le nozze, la Madonna è presente. Alla condanna e alla via crucis la Madonna partecipa in modo profondo e silenzioso con tutto il Suo Essere. Lei era presente alla crocifissione, alle ultime Parole e all’ultimo Respiro di Gesù. La deposizione di Gesù Morto tra le braccia di Maria è stata ispirazione per una delle più belle opere d’arte di tutta la storia: la pietà di Michelangelo. E alla fine Lei era presente alla deposizione nel sepolcro. Durante la festa di oggi possiamo vedere la partecipazione di Maria nel progetto di salvezza di Dio per tutti gli uomini. Lei è stata testimone e Collaboratrice di Gesù. Lei è Madre di Cristo, ma anche Madre della Chiesa e di tutti gli uomini. 
In tutte le letture di oggi il tema è quello della sofferenza. Evidentemente questo è il destino di tutti gli uomini. Dio è entrato nella nostra vita prendendo il nostro corpo umano Nel Vangelo vediamo come Maria Si comporta davanti alla sofferenza. Vediamo quando il Figlio Si è perso per tre giorni a Gerusalemme. Si tratta di una situazione difficile. Ogni madre si sarebbe innervosita e sarebbe caduta nel panico. Quando è cominciata la Vita pubblica di Gesù sono cominciate le critiche e la gente diceva: “E’ fuori di Sè”. Probabilmente Lei, assieme ai parenti, è andato da Lui per farLo tornare a casa. Alcuni hanno riferito a Gesù: “Ti stanno cercando Tua Madre e i Tuoi fratelli”. E Gesù risponde: “Ma Chi è Mia Madre e chi sono i Miei fratelli? Sono coloro che ascoltano e mettono in pratica la Parola di Dio”. Gesù ha detto alla Madonna alle nozze di Cana: “Donna, cosa ho da fare Io con Te”. Come se Lui fosse freddo con Sua Madre. Tutto questo era una sofferenza per la Madonna, ma da questi eventi ha imparato ed ha avuto sempre maggiore fiducia nel Signore. Lei entra sempre più profondamente nel mistero della Vita di Gesù. La Madonna ha seguito con fiducia tutti gli eventi di Suo Figlio, addirittura la Passione, perchè è consapevole della missione di Gesù e della Propria. 
Fratelli e sorelle, la sofferenza fa parte della vita. Anche la Madonna ha sofferto, ma la Sua sofferenza era unita a quella di Gesù. Lei sapeva che Gesù soffriva per tutti gli uomini e sentiva la grandezza del prezzo che Lui stava pagando. Maria soffre assieme a Gesù con dignità. Lei è stata anche glorificata assieme a Gesù e proprio da Lui Stesso. La Sacra Scrittura non ce lo dice, ma la tradizione racconta che dopo la Resurrezione Gesù ha visitato prima di tutti Sua Madre. Questo è logico. 
Fratelli e sorelle, la Madonna ha seguito in tutto Suo Figlio e ha avuto grandi meriti e doni. Anche oggi Lei segue Suo Figlio, protegge la Chiesa e sente i bisogni dei Suoi figli. Anche oggi desidera aiutarci nei bisogni, dolori, lalattie, incertezze. Tutto questo ce lo mostra qui a Medjugorje. Di questo siamo molto grati al Signore e alla Madonna. Qui La sentiamo vicina e presente. 
La Madonna addolorata ci aiuti nelle nostre prove. Aiuti coloro che sono afflitti, perchè Lei comprende. Maria aiuti le donne. Lei era Sposa, era Amica, Cugina, Profuga. Ad un certo momento non sapeva dove fosse Suo Figlio; in un altro non capiva cosa succedesse con Suo Figlio. Il Signore benedica tutti noi e il mondo intero per intercessione della Beata Vergine Maria.
Amen.

Fonte:  (Registrazione di Flavio Deagostini)
(Trascrizione a cura di A. Bianco)

(Visitata 13 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *