Omelie

Omelia della santa Messa – Medjugorje, 13 maggio 2020


Dal Vangelo secondo Giovanni
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:«Io sono la vite vera e il Padre mio è l’agricoltore. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. Voi siete già puri, a causa della parola che vi ho annunciato. Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e vi sarà fatto. In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli».
Parola del Signore.


Fratelli e sorelle, ci possiamo porre la domanda: Perchè appare la Madonna? Perchè viene a visitare i Suoi figli sulla terra in un modo così misterioso? Perchè sceglie i più piccoli, i più insignificanti, di solito i pastori?

Ecco perchè: Dio ha scelto i piccoli per far vergognare i saggi e i sapienti; per trasmettere un messaggio all’uomo afflitto attraverso di loro. L’uomo è ferito dal peccato originale, ma non è lasciato a se stesso, al caso, al destino, alle stelle. L’uomo è nelle Mani di Dio, come abbiamo sentito questa sera nel Vangelo: “Io sono la Vite e voi siete i tralci”.

Le apparizioni della Madonna risalgono agli ultimi due secoli e alcune ancor prima, come Guadalupe in Messico.

Ci sono quelle riconosciute dalla Chiesa e ce ne sono molte di più che non sono riconosciute nè saranno riconosciute. Le apparizioni sono un ‘occasione di incontro di persone credenti e non credenti deluse dall’uomo. Dio rimane l’unica loro speranza. 

Cari fratelli e sorelle, non dimentichiamoci tutti quelli che cercano Hare Krishna, il buddismo o cose del genere. Questi sono delusi dalle persone che non hanno presentato loro Gesù e avrebbero dovuto farlo. Si tratta spesso di genitori, insegnanti di religione, sacerdoti,

Le persone che scelgono altre vie non sono felici nella situazione inn cui si trovano, ma non sanno come uscire da quel labirinto. Esse hanno bisogno di aiuto per riconoscere nella Madonna la Madre e l’Avvocata che li guida con cura materna a Suo Figlio Gesù Cristo, che è l’obbiettivo finale dell’uomo. 

A Cana di Galilea, quando gli sposi avevano finito il vino, ha detto ai servi: “Fate ciò che Lui (Gesù) vi dirà”. 

La stessa cosa dice qui a Medjugorje.

Arrivano coloro che ripongono tutta la loro speranza in Dio. Lasciano qui un pesante giogo di peccato, traumi, delusioni e tornano a casa con lacrime di gioia. Condividono la loro esperienza in famiglia, al lavoro e con tutti quelli che avrebbero la necessità di abbandonare il peso del loro peccato, delle frustrazioni, delle paure, e andare da Gesù sotto la guida della Madonna. Andare a Dio.

La veggente Lucia di Fatima ha presentato in una delle 6 apparizioni la supplica di molti. La Madonna ha risposto che alcune richieste sarebbero state esaudite e altre no. Coloro che chiedono le grazie devono cambiare. Cerchino il perdono dei loro peccati.

Quando Lucia ha chiesto la grazia per una persona malata la Madonna ha risposto: “Si converta. Guarirà quest’anno”.

La Madonna ha detto: “Non insultate Nostro Signore”. Insultare non è solo bestemmiare. Può essere una cattiva abitudine. Ogni peccato grave offende Dio e quello veniale diventa facilmente grave se non gli viene data la giusta attenzione. 

Fratelli e sorelle, la Madonna vuole che le nostre preghiere siano esaudite. Non basta recitare una preghiera: ci vuole la conversione. Lo ha ripetuto spesso ai bambini di Fatima dal 13 maggio al 13 ottobre 1917. Non lo ripete sempre anche qui? Preghiera del Rosario, preghiera familiare, digiuno, riconciliazione, santa Messa domenicale. Ad ogni Messa è importante fare la santa Comunione, perchè “chiunque mangia di questo Pane vivrà in eterno”. 

Nel primo incontro a Fatima la Madonna ha fatto ai bambini una richiesta molto esigente:”Siete disposti a sacrificarvi per Dio e accettare tutte le sofferenze come espiazione dei peccati che Lo offendono e a pregare per la conversione dei peccatori?” “Sì, lo faremo”, ha risposto Lucia anche a nome di Francesco e Giacinta. “Bene. Dovrete soffrire molto, ma la grazia di Dio sarà la vostra forza”. 

Alla seconda apparizione la Madonna ha detto: “Presto porterò Francesco e Giacinta in Paradiso”. all’epoca Francesco aveva 10 anni e Giacinta ne aveva 9. I due bambini erano felici della notizia. Quanti adulti non avrebbero voluto accettare tale notizia. 

Lucia era triste all’idea di rimanere sola, ma la Madonna aveva un progetto con lei: “Non ti lascerò mai. Il Mio Cuore Immacolato sarà il tuo rifugio e il sentiero che ti condurrà a Dio”. In quel momento la Madonna ha aperto le Braccia. Sul Palmo della Mano destra vi era un Cuore circondato di spine. 

Nell’ultima apparizione la Madonna ha adempiuto la promessa fatta a Lucia. Lucia aveva richiesto un segno visibile.

Il 13 ottobre si sono radunate 70mila persone tra credenti e curiosi. I nemici si attendevano che l’inganno fosse scoperto, mentre i credenti che l’Amore Materno fosse mostrato. Pioveva intensamente fino a mezzogiorno. Tutti erano bagnati fino alla pelle. 

A mezzogiorno Lucia ha urlato: “Ecco. La Madonna sta arrivando!” La pioggia ha smesso improvvisamente e tutti erano completamente asciutti. 

Appena la Madonna ha salutato i bambini Lucia ha gridato: “Guardate il sole!” Il sole ha iniziato a ballare e a saltare e ad un certo momento è sembrato separarsi dal cielo e cadere sulla terra come una grande palla di fuoco. E’ stato un momento terribile. Alcuni hanno gridato: “Gesù, moriremo qui!!” Altri ancora: “Madonna aiutaci!” Alcuni confessavano ad alta voce i loro peccati.

Alla fine il sole si è fermato ed è tornato al suo posto.

Si potrebbe concludere così: la Madonna è venuta a Fatima come Madre premurosa. Ha detto: “Io sono la Madonna del Rosario”. Ha detto: “Pregate il Rosario ogni giorno”. 

La vera verità sui segreti di Fatima è conosciuta: preghiera e penitenza. 

Tutti i segreti sono già rivelati. Dai primi due si è appreso che i bambini avevano visto l’inferno. Era stato annunciata loro la guerra e la diffusione dell’ateismo e la persecuzione della Chiesa.

Il terzo non sarebbe potuto essere rivelato fino al 1960, ma è stato annunciato solo nel 2000 da Papa Giovanni Paolo II, quando ha beatificato Francesco e Giacinta.

Il terzo segreto riguarda le Parole della Beata Vergine Maria: “Se i desideri vengono realizzati la Russia si convertirà e ci sarà la pace, altrimenti la sua falsa dottrina si diffonderà in tutto il mondo e ci saranno guerre e persecuzioni contro la Chiesa. Il Santo Padre soffrirà molto. Diverse nazioni saranno distrutte”.

Dopo l’attentato a Giovanni Paolo II, il 13 maggio 1981, era chiaro al Papa che la Mano della Madre celeste aveva deviato il proiettile e ha permesso al Papa di non varcare la soglia della morte. 

Medjugorje è un prolungamento di Fatima. In entrambi i luoghi la Madonna ha scelto i bambini. Essi hanno testimoniato senza paura e accettando il sacrificio. Nessuna intimidazione – nè fatta d un ecclesiastico nè da un politico – li ha fatti vacillare. Nemmeno gli atti di forza o le minacce di morte. 

A Fatima la Madonna ha detto: “Pregate il Rosario per porre fine alla guerra”.. La prima guerra mondiale era ancora in corso. Non ha detto qualcosa di simile anche qui? “Pregate affinchè non ci sia la guerra”. Molti ancora ostinatamente rifiutano questi appelli.

In tutte le chiese del mondo si prega il Rosario e dopo ogni decina segue una preghiera che la Madonna ha chiesto esplicitamente ai bambini di Fatima: “O Gesù mio, perdona le nostre colpe. Preservaci dal fuoco dell’inferno. Porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della Tua Misericordia”. 

Il santo Papa Giovanni Paolo II ha scritto: “In tutti i tempi la Chiesa ha avuto il carisma della profezia. Questo deve essere esaminato, ma non disprezzato”. San Paolo dice: “Non spegnete lo Spirito. Non disprezzate le profezie. Esaminate ogni cosa. Tenete ciò che è buono”.

Fratelli e sorelle, ci sono forse migliori consigli di questi per tutti noi?

Amen.

fra Karlo Lovrić

Fonte:  (Registrazione di Flavio Deagostini)
(Trascrizione a cura di A. Bianco)

(Visitata 9 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *