Trascrizioni preghiere serali e varie

31° Mladifest – Testimonianza: “A MEDJUGORJE HO SFIDATO IL SIGNORE. HA VINTO LUI. OGGI SONO SACERDOTE.”

A MEDJUGORJE HO SFIDATO IL SIGNORE. HA VINTO LUI.
OGGI SONO SACERDOTE.
Testimonianza al festival dei giovani 2020

Padre Michael Leitner. E’ alto 2 metri e 2 centimetri. Sembra la metà della muraglia cinese. Era un giocatore di football americano.
La sua conversione è legata a Medjugorje e a Shirokie Brieg.
Sentiamo la sua testimonianza.

Per favore pregate con me.
Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
Vieni Spirito Santo. Vieni per intercessione della Beata Vergine Maria, Tua amata Sposa.

Sono grato a padre Danko e agli altri padri di poter parlare oggi.
Nel 1994 stavo frequentando l’università e stavo partecipando ad un campionato di football. A quel tempo pesavo 175 chili per due metri di altezza. giocavo per la squadra di Cleeveland.
Mia madre mi ha chiesto di andare a Medjugorje. Avevo a che fare con droghe e donne. Facevo la guardia del corpo e partecipavo ad una band di rock pesante.

Sono venuto a Medjugorje. Strillavo, perchè non volevo essere qui.
Mia madre mi ha chiesto di fare una cosa per lei: di andare a confessarmi. Per farla star zitta le ho detto di sì. Ho trovato in fondo alla chiesa di san Giacomo un confessore che parlava inglese. Mi sono messo in fila e alla fine sono entrato nel confessionale. Quando ho cominciato a confessare i miei peccati mi immaginavo un sacerdote di circa ottanta anni al quale scendeva il sangue sul volto. Dopo 30 minuti il sacerdote mi ha dato la penitenza e l’assoluzione.

Prima di questa confessione avevo provocato il Signore e Gli avevo detto: “Io non so se Tu ci sei. Non Ti ho mai visto. Non Ti ho mai sentito. Tu potresti essere l’inganno più grande che i 12 ubriachi si sono inventati”.
Durante l’assoluzione dei peccati Dio mi ha dimostrato quanto era reale. Ho sentito strappare da me i miei peccati. Per la prima volta ero libero.
Piangevo.
Per eseguire la penitenza ho avuto bisogno di 45 minuti. Dovevo pregare 5 Pater, Ave, Gloria. Tutti i peccati mi ritornavano in mente. Per la prima volta ho sentito la tristezza per tutto ciò che avevo fatto.
Dopo questa esperienza ho partecipato alla Messa. Il sacerdote ha portato la sua chitarra sul lambone. Ho pensato: “Sarà divertente. Andiamo a vedere cosa ci dice questo sacerdote”. In quel momento ho sentito lo Spirito Santo entrare nel mio cuore. Ho sperimentato la Pentecoste.

Sei mesi dopo mia madre mi ha chiesto di nuovo di tornare a Medjugorje. Ho accettato subito. Questa volta era una mia scelta.
Ho visitato anche il convento francescano a Shirokie Brieg. Padre Jozo Zovko pregava sulle persone e la gente riceveva lo Spirito Santo. Ero con un sacerdote che pregava sulle persone e io prendevo quelli che cadevano nel riposo nello Spirito.

Questo sacerdote si è avvicinato ad una donna che era sulla sedia a rotelle. Aveva la spina dorsale rotta. dal punto di vista scientifico era impossibile che potesse camminare. Le sue gambe erano molto sottili, perchè non utilizzava i muscoli. Il sacerdote ha pregato su di lei circa 30 minuti. Pregava per le sue gambe, articolazioni, anche. Dentro di me dicevo: “Questa non camminerà mai”. Poi ho sentito una Voce che mi ha detto: “Michael, se Io alzo questa donna e la faccio camminare tu entri in seminario?” Ho risposto subito: “No!” Ci sono voluti venti minuti perchè Dio potesse scaldare il mio cuore.
In questi minuti pensavo: football o sacerdozio; sacerdozio o football. Ero in combattimento. Il football era il mio dio.

Dopo venti minuti ho detto a me stesso: “Sarebbe bello se questa donna potesse camminare”. Ho cambiato idea e ho detto: “Signore, se Tu la rialzi e lei camminerà per tutta la chiesa saprò che sei stato Tu ed io entrerò in seminario”. In 5 secondi lei era in piedi. Ha cominciato a camminare per tutta la chiesa. Ho pensato: “Ma qualcuno la fermerà…” Poi ho pensato un’altra cosa: “Se quella donna non si fermerà davanti a questa pietra io non entrerò in seminario”. La donna ha camminato fino a quella pietra e si è fermata proprio lì. Sono uscito dalla chiesa e ho cominciato a piangere.

Nel 2005 sono stato ordinato sacerdote dal cardinale Dolan. Non sono mai stato così felice come quel giorno. Ancor oggi ringrazio il Signore.
Non gioco più a football. Nella nostra società ci sono troppe distrazioni che ci allontanano da Dio Padre. Il football mi ha quasi distrutto. Nella vita tanti di noi sono distratti. E’ importante essere semplici in modo di avere una meta sola: arrivare in Paradiso. Nessuna altra cosa importa. Non importa quanti soldi abbiamo, quanti giochi, quante macchine, quanto siamo accettati. Non conta niente. Importante è solamente Dio.

Oggi sono qui a Medjugorje con un breve messaggio per voi: non accettate ciò che la società vi insegna. Non accettate il veleno che la società vi offre. Questa società ci guida verso le strade sbagliate. Ci allontana dalla vera meta nella nostra vita, cioè da Dio. Pace, Amore. Dio vuole il tuo cuore. Vuole la tua mente. Vuole la tua anima. Questo dobbiamo donarGli. Nella vita c’è tanta sofferenza, ma guardate la croce di Gesù. Le nostre croci sono piccole rispetto a quella che Lui ha portato per noi. Se noi accettiamo le nostre piccole croci Dio ci donerà la pace e ci insegnerà ad amare. Questo amore scorrerà in tutto il mondo.

Desidero parlarvi un pò di nostra Madre Maria. Credo che Lei sia l’esempio più bello per noi.
Lei è stata ferita 7 volte nel Cuore. Il demonio desidera ferirci e fermare l’amore. Desidera che sentiamo la paura. Maria non ha meritato le ferite. Lei era senza peccato, ma il Padre Celeste le ha permesse. Perchè? Perchè potessero essere fonte di gloria. Dal Suo Cuore sono uscite tante grazie.
Quando presentiamo le nostre ferite e il nostro dolore nella Confessione la Madonna prende il nostro cuore, lo cambia e permette che le ferite siano glorificate. Diventiamo apostoli dell’Amore di Dio. Questo ci insegna la Madonna a Medjugorje. Ci insegna a pregare, digiunare, leggere la Bibbia, partecipare all’Eucaristia, confessarci, ritornare alla preghiera in famiglia. Tutto questo ci fa sentire la pace.

La paura viene dal maligno e non da Dio.
L’Anmore viene da Dio. Quando ci abbandoniamo all’Amore vinceremo i nostri problemi in famiglia, in chiesa, nella comunità, nelle nazioni e nel mondo intero. Ma tutto inizia da noi. Quando offriamo le nostre ferite a Dio e alla Madonna affinchè le purifichino e glorifichino. Questo è l’inizio della vita d’Amore di cui noi abbiamo bisogno. Questo è il segreto della vita spirituale: abbandonarsi a Dio con tutta la nostra mente, con tutto il nostro cuore, con tutta la nostra anima. AmarLo, servirLo e ridonarGli tutto ciò che Lui ci ha dato e la nostra vita.
Dio ti ama tantissimo. Ti ha portato qui per sperimentare la pace che non possiamo trovare nel mondo.
La Madonna vuole soltanto che apriamo le nostre mani e lasciare tutto, perchè Lei possa purificarci, in modo che possa donarci quello che ha preparato per noi: la pace, l’Amore, la gioia, la salvezza in Suo Figlio.

Ogni santa Messa è un miracolo. Il pane e vino per mezzo del sacerdote diventano Corpo e Sangue di Gesù Cristo, affinchè Lui possa entrare in te. Ogni chiesa del mondo ha questo dono per te.
Che differenza c’è tra Medjugorje, America, Italia, Slovenia o Cina? Dove ci sono i sacerdoti essi ti portano il miracolo di Gesù. Egli Stesso è il Miracolo. Questo è un mistero. Di cosa abbiamo bisogno per credere ed abbandonarci a questo grande mistero di vita?
Il santo Padre Pio ha detto: “E’ più facile che il mondo possa vivere senza il sole piuttosto che senza Eucaristia”. Tutti noi ci perderemmo. Dobbiamo comprendere che la santa Eucaristia regge il mondo e protegge il mondo dal male.

Abbiamo bisogno di ricevere Gesù in modo santo. Prima dobbiamo confessarci e poi comunicarci. Quando siamo puri Gesù può entrare in noi. Può guarire le nostre ferite. Può cambiare i nostri cuori. Può guarire gli altri tramite noi. Ma ha bisogno del nostro abbandono totale.
Donate alla Madonna i vostri cuori. Donate a Gesù i vostri cuori. Questo lo possiamo fare sempre quando ci confessiamo e quando riceviamo Gesù nell’Eucaristia.
Oggi abbiamo la possibilità di ricevere Gesù nell’Eucaristia. Apriamo i nostri cuori, la nostra mente, la nostra anima. Apriamoci a questo mistero, in modo che le nostre ferite possano essere guarite e per sopportare ogni cosa con Amore. Dio ci darà la Sua pace e la Sua gioia.
Vi amo.

Pregate per i vostri sacerdoti. Essi hanno rinunciato alla loro vita per servirvi.
Amate i vostri sacerdoti e pregate per loro, perchè hanno rinunciato alla loro vita per portare a voi Gesù.
Il Signore sia con voi.

Vi benedica Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo.

Fonte: (Trascrizione a cura di A. Bianco)

(Visitata 23 volte, 1 visite oggi)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *