• Omelie

    Omelia della santa Messa – Medjugorje, 16 febbraio 2020

    Dal Vangelo secondo MatteoIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:«Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli.Io vi dico infatti: se la vostra giustizia non supererà quella…

  • Omelie

    Omelia della santa Messa – Medjugorje, 15 febbraio 2020

    Dal Vangelo secondo MatteoIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:«Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli.Io vi dico infatti: se la vostra giustizia non supererà quella…

  • Notizie,  Trascrizioni preghiere serali e varie

    Testimonianza di Milona von Absburg – Congresso Divina Misericordia – 8 giugno 2014

    Bentrovata, Milona von Absburg.Qual’è la tua testimonianza? Come si può cambiare vita una volta che si incontra Dio? “Questo è quello che è successo 30 anni fa nella mia vita.Sono andata a Medjugorje per il terzo anniversario delle apparizioni in pullman assieme agli zii, ad amici e ad un cugino che oggi è sacerdote.Proprio sulla Via Crucis ho avuto un’esperienza che mi ha cambiato la vita. Sono andata su con gli altri presto al mattino. Ad un certo momento mi sono seduta, perchè non riuscivo più a fare un passo. Un peso enorme era sceso su di me.Mi sono seduta. Vicino a me è venuta una Presenza molto dolce e…

  • Notizie,  Trascrizioni preghiere serali e varie

    La guarigione improvvisa di frate Stefano

    LA GUARIGIONE IMPROVVISA DI FRATE STEFANO “La prima volta sono stato a Medjugorje nel 1997. Avevo 12 anni.Sono partito da Torino con i miei genitori e mia nonna. Pensavo di andare a fare una vacanza allegra e mi sono trovato a recitare i Rosari in croato. Io ero molto piccolo e me lo ricordo come un pellegrinaggio abbastanza difficile”. Nonostante i ritmi intensi e faticosi del pellegrinaggio per un ragazzo così giovane Stefano decide di ritornare a Medjugorje. Nel suo cuore sente di essere chiamato alla vita religiosa e proprio a Medjugorje capirà che è quella la sua strada. “Nel secondo viaggio che ho fatto a Medjugorje nel 2004, dopo…

  • Notizie,  Trascrizioni preghiere serali e varie

    A MEDJUGORJE CI SIAMO SENTITI AVVOLTI DALL’AMORE DI MARIA

    A MEDJUGORJE CI SIAMO SENTITI AVVOLTI DALL’AMORE DI MARIA11. Congresso della Divina Misericordia ad Assisi Buona sera. Sono Barbara.Posso dare la testimonianza della nostra famiglia. Ciò che è eccezionale è che abbiamo fatto della preghiera il fulcro della nostra vita. Questo è il nostro 11. convegno. Il primo è stato fatto a Grottaferrata vicino a Roma. Non lo scorderò mai, soprattutto perchè, dopo la preghiera, ho visto ballare in chiesa. Mi sono detta: “Maria, che bello. Questi ballano in chiesa!”Erano i Figli del Divino Amore. Ci siamo conosciuti e siamo diventati amici. I loro canti sono diventati per noi un mito, perchè la preghiera con il canto è davvero gioia.…

  • Omelie

    Omelia della santa Messa – Medjugorje, 8 febbraio 2020

    Dal Vangelo secondo MatteoIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si potrà render salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dagli uomini.Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa.Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli”.Parola del Signore. Cari fratelli…

  • Messaggi del 2

    Commento di Padre Livio al Messaggio a Mirjana del 2 febbraio 2020

    “Cari figli, sono stata scelta per essere Madre di Dio e vostra Madre, per decisione e amore del Signore, ma anche per mia volontà, per mio amore illimitato verso il Padre Celeste e mia totale fiducia in Lui.  Il mio corpo è stato il calice del Dio Uomo.  Sono stata al servizio della verità, dell’amore e della salvezza così come lo sono adesso, in mezzo a voi, per invitarvi, figli miei, apostoli del mio amore, ad essere portatori della verità, per invitarvi, per mezzo della vostra volontà e dell’amore verso mio Figlio, a diffondere le Sue parole, parole di salvezza e per mostrare, con i vostri gesti, a tutti coloro che non hanno…

  • Omelie

    Omelia della santa Messa – Medjugorje, 3 febbraio 2020

    Dal Vangelo secondo MarcoIn quel tempo, Gesù e i suoi discepoli giunsero all’altra riva del mare, nel paese dei Gerasèni. Sceso dalla barca, subito dai sepolcri gli venne incontro un uomo posseduto da uno spirito impuro.Costui aveva la sua dimora fra le tombe e nessuno riusciva a tenerlo legato, neanche con catene, perché più volte era stato legato con ceppi e catene, ma aveva spezzato le catene e spaccato i ceppi, e nessuno riusciva più a domarlo. Continuamente, notte e giorno, fra le tombe e sui monti, gridava e si percuoteva con pietre.Visto Gesù da lontano, accorse, gli si gettò ai piedi e, urlando a gran voce, disse: «Che vuoi…

  • Omelie

    Omelia della santa Messa – Medjugorje, 2 febbraio 2020

    Dal Vangelo secondo LucaQuando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, secondo la legge di Mosè, Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore – come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore» – e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore.Ora a Gerusalemme c’era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e pio, che aspettava la consolazione d’Israele, e lo Spirito Santo era su di lui. Lo Spirito Santo gli aveva preannunciato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Cristo del Signore.Mosso dallo…